Pilastri di Rogno/Corno Pagano - Via Ramarro

 
Zona montuosa Alpi Orobie LocalitÓ di partenza Rogno (BG)
Quota partenza 250 Mt. Quota di arrivo 440 Mt.
Dislivello totale +100 Mt. per l'attacco
+90 Mt. la via (110 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati Non numerati
Ore di salita 15' per l'attacco
1 h. 30' la via
Ore di discesa 25'
Esposizione Sud-est, est Giudizio sull'ascensione Sufficiente
Data di uscita 14/10/2004 Difficoltà 5b
Sass Balòss presenti
Luca, Bertoldo.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia
La giornata era splendida. I sentieri che conducono ai settori sono evidenti e ben praticabili.
Roccia ottima anche se in alcuni tratti un pò sporca.
Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata.
Presenza di acqua
C'Ŕ una fontanella fuori dal cimitero, dove si parcheggia.
Punti di appoggio
Il paese di Rogno.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Normale materiale per arrampicata su roccia. Inutili friends e dadi. Si pu˛ salire con due mezze corde o anche con una corda intera da 70 Mt., in quanto le doppie per la calata sono a meno di 35 Mt.
Caratteristiche dell'arrampicata
Descrizione generale
Itinerario aperto da Gianni Tomasoni e compagni che presenta una bella arrampicata su roccia molto solida. I primi due tiri sono un po' pi¨ di aderenza; poi dallo strapiombetto per arrivare alla seconda sosta la via si fa decisamente verticale senza pi¨ mollare fino alla fine.
Si affrontano 3 passaggi leggermente strapiombanti. Necessaria una buona resistenza sul verticale e buona agilitÓ nei movimenti.
Soste tutte attrezzate con anello per la calata.
Attacco, descrizione della via
Raggiungere Rogno (BG) e parcheggiare nei pressi del Cimitero dal quale sono ben visibili i vari pilastri di roccia.
Imboccare il sentiero sul fianco sinistro del cimitero (presente una bacheca che riporta gli itinerari d'arrampicata). Il primo settore che s'incontra è la Piramide di Cheope.
Proseguire fino a raggiungere il settore Corno Pagano.
Poco prima di giungere alla base del Corno il sentiero va un po' in discesa e poi, quando spiana nuovamente prima di risalire, si costeggia la parete del Corno.
Proseguire aggirando lo spigolo con l'ausilio di una fune metallica.
L'attacco Ŕ poco oltre, sulla parete ci sono le scritte ramarro e salamandra.

1░tiro:
salire verticalmente puntando ad un grosso pilastro addossato alla parete. A metÓ tiro bisogna superare un breve muretto molto verticale e con appigli esigui. Ci sono due fix abbastanza vicini ma il passo risulta abbastanza obbligato. La sosta si trova sul lato destro del grosso pilastro. 20 Mt., 5b, 3 fix.

2░tiro:
superare il pilastro sfruttando la fessura che lo incide a sinistra della sosta. Poi per placchetta alzarsi fin sotto un primo strapiombo che si supera obliquando a destra. Si sosta poco oltre su un pulpito. Sosta in comune con la via Salamandra. 45 Mt., 5b, 5a, 6-7 fix.

3░tiro:
puntare al successivo salto. Attenzione a non spostarsi troppo a sinistra. Superato lo strapiombetto ci si sposta a sinistra dove si pu˛ sostare (20 Mt.). Attaccare direttamente il successivo risalto stando inizialmente a destra e, dopo averlo superato, riportarsi a sinistra. Proseguire ora per parete molto verticale fino a quando, in prossimitÓ dell'uscita, le difficoltà calano. 45 Mt., 5b, 5a, 8-9 fix.
Discesa
Sul versante opposto rispetto a quello di salita si trovano due scale metalliche al termine delle quali si scende verso sinistra costeggiando la parete strapiombante. In breve ci si ricongiunge al sentiero percorso durante l'avvicinamento e da qui alla macchina.
E' anche possibile scendere in corda doppia:
1a. calata: dall'ultima sosta calarsi per 30 Mt. fino alla S2;
2a. calata: 30 Mt. fino alla S1;
3a. calata: raggiungere la base della parete con un ultima calata di 20 Mt.

Note
Qualche anno fa vigeva il divieto di salire in cima al Corno Pagano per via di alcune sculture rupestri che ormai da parecchio tempo sono state prelevate e sposate in altri luoghi. Forse il divieto è ancora attivo...
Commenti vari
Dovrebbero revocare il sopra citato divieto dal momento che i ritrovamenti archeologici sono stati prelevati e sposati in altri luoghi.
   

Ingrandisci

Ingrandisci

L'attacco della parete, visibile il masso con la prima sosta
e gente nella sosta successiva

Bertoldo attacca il secondo salto della via

   

Ingrandisci

Ingrandisci

La verticalitÓ della seconda parte della via

Alcuni dei pilastri di Rogno con i tracciati delle vie. Da sinistra: Pastasciutta e Scaloppine, Anestesol sublime, Gorby Ronnie,
Via le ma dal cul, Ramarro e Salamandra