Parete di San Paolo - Via NO MgCO3

 
Zona montuosa Prealpi Trentine - Valle del Sarca LocalitÓ di partenza Fraz. Ceniga - Dro (TN)
Quota partenza 115 Mt. circa Quota di arrivo

225 Mt.

Dislivello totale +10 Mt. per l'attacco
+100 Mt. la via (160 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati Non numerati
Ore di salita 5' per l'attacco
1 h. 10' la via
Ore di discesa 20'
Esposizione Sud-est Giudizio sull'ascensione Scarsa
Data di uscita 05/04/2015 Difficoltà IV+, V
Sass Bal˛ss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Andrea, Diego.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Il sentiero che conduce all'attacco Ŕ evidente e ben segnalato. La roccia è sporca e in alcuni punti occorre prestare molta attenzione ad alcuni tratti friabili e precari.

Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Nessuno.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Solito da arrampicata. La via Ŕ poco protetta e anche le soste devono essere integrate. Un martello e qualche chiodo potrebbero far comodo.
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Tra il mese di maggio e giugno del 2014 Dario Cabas e Pierangelo Masera hanno esplorato il boscoso settore nord della parete San Paolo aprendo sette brevi itinerari.
La via NO MgCO3 sale lungo un sottile corridoio di pietra superando in alcuni punti tratti con roccia decisamente precaria.
La chiodatura è scarsa, le soste sono da integrare e la roccia è sovente sporca di lichene e fogliame vario. Il tutto può far affermare con certezza che si tratta di una via decisamente brutta.
Attacco, descrizione della via
Da Arco di Trento imboccare la strada che conduce ai campeggi e alla piscina comunale. Proseguire sulla strada in direzione di Ceniga e parcheggiare sulla sinistra dopo aver oltrepassato l'eremo di San Paolo (a causa dei ladri potrebbe essere opportuno parcheggiare alla pizzeria Lanterna, poco prima).
100 metri dopo il parcheggio, sulla sinistra, ci si addentra nel bosco raggiungendo in breve la base di una placca grigiastra (scritta). L'itinerario corre circa 50 metri più a destra della via
Due Piccoli Pilastri.

1° tiro:
salire la placca a buchi in obliquo verso destra. Raggiunta una piccola cengia posta alla base di un muretto, sostare (1 chiodo).
30 Mt., III, 2 clessidre con cordone.

2° tiro:
spostarsi a destra sino a raggiungere la pianta e salire il muretto. Traversare poi a sinistra (prestare attenzione alla roccia molto sporca) e alzarsi lungo un diedrino. Superare dei risalti precari e spostarsi nuovamente a destra sino ad una pianta dove si sosta.
30 Mt., IV, IV+, 1 cordone su pianta, 1 clessidra con cordone.

3° tiro:
spostarsi a sinistra e su roccia spoca di terra alzarsi sino a quando è possibile travesare a sinistra. Sostare al termine del traverso su pianta secca e precaria. 25 Mt., IV+, III, 1 chiodo.

4° tiro:
alzarsi lungo il diedro sino ad uscire su di una terrazza boscosa (sosta su pianta). 35 Mt., V, IV, I, 3 chiodi.

5° tiro:
salire lungo il bosco e superare un muretto verticale cercando il punto di maggior debolezza. 40 Mt., I, III.

Discesa
Seguire la traccia di sentiero che scende verso destra (viso a monte) sino a quando è possibile abbassarsi verso sinistra. Da qui seguire il sentiero più marcato e raggiungere in breve la strada che riconduce al parcheggio.