Rifugio Monte Zucco

 
Zona montuosa Alpi Orobie Località di partenza Fraz. Sant'Antonio Abbandonato - Zogno (BG)
Quota partenza 988 Mt. Quota di arrivo 1150 Mt.
Dislivello totale 200 Mt. Data di uscita 27/08/2017
Ore di salita 1h Ore di discesa 45'
Sentieri utilizzati n. 3 Giudizio sull'escursione Sufficiente
Sass Balòss presenti Omar Difficoltà E
Amici presenti
Roberta, Tommaso, Marta.
Condizioni climatiche e dei sentieri

Bella giornata in famiglia tra prati, boschi e relax. Giornata serena e calda. Sentieri ben segnalati, tranquilli e sicuri, adatti anche ai più piccoli

Eventuali pericoli
Nessuno.
Presenza di acqua
Troverete una piccola fontana dopo circa 20 minuti di cammino nei pressi della Baita di Prissa Alta.
Punti di appoggio
Dopo circa 1 ora di cammino da Sant'Antonio Abbandonato si arriva il rifugio Monte Zucco; prolungando l'escursione è possibile giungere sulla cima dello Zucco dove è posto un altare coperto per celebrare messa. Sempre sulla cima si trova la capanna del GESP (gruppo escursionistico di San Pellegrino) ma è chiusa. Comunque, lungo tutto l'itinerario, avrete l'imbarazzo della scelta tra baite, cascine, cascinali e piccoli borghi disabitati nel periodo invernale.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Nulla.
Caratteristiche dell'escursione

Descrizione generale
Facile camminata che porta, in breve tempo e con poco dislivello, al rifugio privato Monte Zucco lungo sentieri immersi nel bosco, alternati a tratti aperti in luminosi prati. La durata ed il dislivello estremamente limitati, la tipologia di ambienti attraversati e la facilità del percorso, rendono questa uscita adatta anche ai bimbi meno abituati a camminare.
Descrizione percorso
Dal centro storico di Zogno, all'inizio del Val Brembana, salire al cimitero e proseguire lungo la strada che conduce a Sant'Antonio Abbandonato distante circa 8 ripidi chilometri. Giunti alla chiesa del paesino, si procede poco oltre e si parcheggia sulla sinistra della strada. Tornare indietro di poche decine di metri per incamminarsi lungo la via-sentiero Prisa Alta che passa accanto al cimitero e procede in un prato. Giunti ad una macchia di larici, si procede oltre e si arriva ad un gruppetto di case. Qui si può continuare dritti su alcuni scalini tra le case oppure deviare a destra in mezzacosta; in ogni caso si arriverà alla Cà della Prisa (20'), dove è presente una fontana. Si cammina oltre la casa e ci si immette su un sentierino sassoso verso sinistra che sale nel bosco. Il percorso prosegue, sempre nel bosco, tra baite e cascine più o meno grandi alcune delle quali dalle curiose forme. Giunti ad una cascina con un enorme faggio a fianco si esce dal bosco per un breve tratto. Qui si procede verso destra. Poco dopo si arriva ad una zona in cui il sentiero è limitato da una staccionata e da due file di piante molto vicine tra loro. Tutto attorno vi sono numerosi massi e pinnacoli rocciosi che emergono dai prati. Qui è presente una palina (1 h. dal parcheggio) che indica la direzione per la vetta del Monte Zucco (dritti) e per la contrada Sussia Alta (sinistra). Continuare dritti per il rifugio Monte Zucco ormai vicino scendendo pochi metri tra alcuni piccoli abeti e sbucando in una ampio prato (1 h. 10' dalla partenza). Il rifugio si trova ai margini del grande prato punteggiato da alberi sotto i quali è possibile sostare all'ombra per un bel pic-nic. La zona è anche ricca di piccoli pinnacoli rocciosi sui quali divertirsi con facili arrampicate.
Discesa
Ripercorrere a ritroso l'itinerario di salita.

Note
Sebbene sia privato, il rifugio Monte Zucco, prepara pasti anche ai non soci, ma solo quando il cibo avanza... Come detto la zona attorno al rifugio è ideale per riposarsi all'ombra dei numerosi alberi, oppure fare rilassanti pic-nic. Per chi volesse, in breve è possibile proseguire oltre il prato del rifugio e dirigersi fino alla vicina croce del Monte Zucco dalla quale godere un bel panorama sulla parte mediana della Val Brembana.
Commenti vari
Il posto è molto frequentato durante le domeniche estive è non sarà facilissimo trovare parcheggio nelle zone vicine alla partenza del sentiero: consiglio quindi di andarci di sabato, oppure partire presto la domenica mattina.
   

Ingrandisci

Ingrandisci

La conca del rifugio Monte Zucco

Relax all'ombra

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Tommaso gioca sui massi attorno al rifugio

Panorama verso il Canto Alto