Monts Rouges de Triolet/Placche della Contea 2 - Via Vento Polare

 
Zona montuosa Alpi Graie - Sottogruppo del Monte Bianco LocalitÓ di partenza Loc. Arnouva - Courmayeur (AO)
Quota partenza 1769 Mt. Quota di arrivo 2850 Mt. circa
Dislivello totale +821 Mt. dal parcheggio al rif. Dalmazzi
+100 Mt. circa dal rifugio all'attacco
+150 Mt. la via (120 lo sviluppo+100 di roccette)
Sentieri utilizzati n. 23
Ore di salita 2 h. dal parcheggio al rifugio
15' dal rifugio all'attacco
2 h. la via
Ore di discesa 50' fino al rifugio Dalmazzi
1 h. 30' dal rif. al parcheggio
Esposizione Sud, sud-ovest Giudizio sull'ascensione Bella
Data di uscita 23/07/2012 Difficoltà 6a+ max (attacco originale)
5c max (variante d'attacco)
Sass Balòss presenti
Luca.
Amici presenti
Valentino.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata serena con temperature gradevoli ma abbastanza fresche (specialmente la mattina). I sentieri che si percorrono sono evidenti; un tratto sotto al rifugio è attrezzato con corde fisse ed alcuni pioli. La roccia lungo tutto l'itinerario è ottima.

Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata in ambiente.
Presenza di acqua
Unicamente al rifugio.
Punti di appoggio
Rifugio Dalmazzi (2590 Mt.).
Materiale necessario oltre al tradizionale
Normale materiale per arrampicata su roccia. Molto utili friends e cordini per integrare le protezioni. Ad inizio stagione potrebbero servire i ramponi, specialmente se si opta per la discesa a piedi.
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Le pareti di ottimo granito intorno al rifugio Dalmazzi, specialmente quelle dei Monts Rouge de Triolet, hanno visto negli anni '90 e successivi, una considerevole crescita degli itinerari d'arrampicata. Infatti sono quelle con l'accesso più breve e semplice dal rifugio.
I Monts Rouge de Triolet, visti da lontano, si presentano come una lunga cresta molto frastagliata che origina diverse cime (o punte).
Questo itinerario si trova sulle placche inclinate situate alla base dell'imponente pilastro rossastro della Seconda Punta Centrale e può essere sfruttato come alternativa all'avvicinamento a piedi a quest'ultimo. E' stato aperto da Gisa Ariu e Manlio Motto il 10 luglio 1996 e regala un'arrampicata tipica in placca. La prima lunghezza è la più difficile e, nel 2009, è stata aperta una variante più semplice che la evita (vedi "note" a fine relazione). L'itinerario è completamente attrezzato a fix ma mai troppo vicini.
Attacco, descrizione della via
Da Courmayeur seguire la carrozzabile per la Val Ferret e parcheggiare dopo l'abitato di Arnouva. Seguire ora la strada sterrata, che poi diviene sentiero (indicazioni), fino al rifugio Dalmazzi situato su un balcone roccioso decisamente panoramico. Dal rifugio seguire l’evidente sentiero verso sinistra (viso a monte) che porta al ghiacciaio del Triolet. Dopo pochi minuti di cammino è visibile, sulla destra, la placconata dove corre la via. Sulla placca grigia a sinistra dello spigolo si notano due fessure quasi parallele e decisamente inclinate verso destra. L'attacco si trova pochi metri a sinistra dell'inizio di queste fessure.

1░ tiro:
salire verticalmente superando le due fessure e poi per placca tecnica e improteggibile. Verso la fine la difficoltà cala leggermente.
40 Mt., 6a+, alcuni fix.

2░ tiro:
seguire lo spigolino e poi a destra fino alla sosta. 25 Mt., 5c
, alcuni fix.

3░ tiro:
per placca obliquando leggermente a destra e con un tratto più ripido. 25 Mt., 5c
, alcuni fix.

4░ tiro:
placca facile con un bombŔ verso la fine. 30 Mt., 5a
, alcuni fix.

Proseguire per facili rocce fino alla sommitÓ del contrafforte. 100 Mt. circa, II, III.

Discesa
Dalla S4 Ŕ possibile scendere in corda doppia sulla via.
Se si prosegue fino alla cima del contrafforte invece si scende a piedi. Traversare verso sinistra fino a prendere il sentiero di accesso per le vie che si snodano sull'evidente pilastro della Seconda Punta Centrale (es. Profumo proibito, Cristallina, We are the champions, ecc.).

Note

Per evitare la placca "chiave" del primo tiro è stata aperta una variante a destra dello spigolo che delimita la placca stessa (M. Bernini con Nicoletta ed Ermanno -allievi della scuola G. Gervasutti- il 28 giugno 2009). Si arriva alla S1 originale di Vento polare. ​

Commenti vari

Ottima da concatenare con una delle vie sul soprastante pilastro della Seconda Punta Centrale (es. Profumo proibito, Cristallina, We are the champions, ecc.) come abbiamo fatto noi.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Il tratto attrezzato poco sotto al rifugio

Rifugio Dalmazzi

   

Ingrandisci

Ingrandisci

A sinistra Luca, e a destra Valentino, sulla difficile placca della prima lunghezza originale

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Seconda lunghezza

Placca e muretti sul terzo tiro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Il settore Placche della Contea 2 con indicato l'attacco della via Vento polare. Il pilastro in alto sulla sinistra (con la punta illuminata dal sole) è quello dove corre Profumo Proibito

Due delle punte dei Monts Rouges de Triolet
svettano nel cielo azzurro