Col de Stagn - Spigolo Est

Zona montuosa Dolomiti - Gruppo di Sella/Sottogruppo del Vallon LocalitÓ di partenza Corvara (BZ)
Quota partenza 1555 Mt. circa Quota di arrivo 2517 Mt. (vetta)
Dislivello totale

+640 per la stazione alta (percorribili in ovovia)
+182 Mt. circa per l'attacco
+14
0 Mt. la via (170 lo sviluppo +100 di roccette)

Sentieri utilizzati n. 638, 636
Ore di salita 15' per la stazione alta (sfruttando l'ovovia)
30' dalla stazione all'attacco
3 h. 30' la via
Ore di discesa 15' dalla vetta al rifugio
30' dal rif. al parcheggio (utilizzando gli impianti)
Esposizione Est Giudizio sull'ascensione Bella
Data di uscita 02/08/2014 Difficoltà V+, VI
Sass Balòss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Alessandro Spinelli.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata incerta spesso coperta di nuvole. I sentieri che si percorrono sono evidenti; l'ultimo tratto che conduce all'attacco è un po' da identificare. La roccia è varia, alcuni tratti delicati si alternano a tratti ottimi.

Eventuali pericoli

Soliti da arrampicata in ambiente.

Presenza di acqua
Al rifugio Kostner c'è una fontana.
Punti di appoggio
Rifugio Kostner al Vallon (2536 Mt.) a circa 15 minuti dalla stazione d'arrivo della seggiovia.
Materiale necessario oltre al tradizionale

Normale dotazione alpinistica. Portare oltre a friend, dadi e cordini anche martello e chiodi (alcune soste vanno integrate).

Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Breve itinerario dalle origini ignote (in via si trovano due vecchi chiodi con la sigla A.C.H.) che non deve essere assolutamente sottovalutato. La roccia è in alcuni punti è delicata e non sempre è possibile proteggersi adeguatamente; sul passaggio chiave è presente un chiodo nuovo ma decisamente precario che però può essere integrato con friend.
La linea è logica, estetica e esposta. Se ne sconsiglia la ripetizione in presenza di altre cordate e nelle giornate di tempo incerto.

Attacco, descrizione della via
Da Corvara in Val Badia salire alla stazione superiore dell'ovovia "Boè". Da qui imboccare il sentiero n. 638 che, inizialmente, sale a fianco della seggiovia. Al bivio imboccare il sentiero n. 636 che si porta verso sinistra. Quando il sentiero inizia a perdere quota, si è in prossimità della parete est del Col de Stagn. Qui conviene abbandonare il sentiero e continuare per prati non perdendo quota e raggiungendo così senza troppa fatica la parete. Costeggiarla sino ad un marcato pilastro, che si oltrepassa (nei pressi vi è l'attacco di Ludomania).
Continuare sino a raggiungere lo spigolo est posto in corrispondenza di un canale. Risalire il canale e portarsi sotto lo spigolo nei pressi del pilastro. Una clessidra con cordone segna l'attacco.

1░ tiro:
salire senza percorso obbligato lo spigolo del pilastro. Raggiunta la sommità dello stesso spostarsi a destra e rimontare la placca. Sostare (1 chiodo) nei pressi dello spigolo. 50 Mt., III, IV-, III, IV, 1 clessidra con cordone.

2° tiro:
traversare a sinistra e salire la rampa. Doppiare lo spigolo e proseguire sino alla sosta (1 chiodo) posta in corrispondenza di una nicchia gialla. 25 Mt., IV, roccia delicata lungo il tiro.

3° tiro:
lunghezza chiave della via. Uscire a sinistra dalla nicchia con passo deciso e proseguire lungo la placca. Raggiunta una nicchia giallastra portarsi sul filo dello spigolo. Superare lo strapiombino e proseguire lungo lo spigolo sino alla sosta (2 clessidre+cordone).
35 Mt., V+, IV, VI, IV+, 2 chiodi.

4° tiro:
salire sul filo dello spigolo sin sotto uno strapiombo. Obliquare a destra e poco dopo rimontare una placca. Traversare a sinistra e oltrepassare lo spigolo. Per roccia lavorata raggiungere la sosta posta sul filo dello spigolo (2 chiodi+cordino).
25 Mt., IV-, V, IV+, 2 chiodi, 1 clessidra con cordone.

5° tiro:
spostarsi a sinistra della sosta e rimontare la paretina. Proseguire nuovamente lungo lo spigolo sino a raggiungere una grande terrazza. Qui spostarsi a sinistra e sostare (clessidra+cordone) in corrispondenza dello spigolo. 35 Mt., IV+, IV, III.

Da qui in breve raggiungere la vetta. Circa 100 Mt.
Discesa
Dalla vetta imboccare la traccia, via via più marcata che conduce al rifugio Kostner. Da qui rientrare all'ovovia percorrendo il sentiero n. 638 o sfruttando la seggiovia.

Pubblicazioni

Questa relazione è stata inserita nella guida ARRAMPICARE Dolomiti nord-occidentali vol.1 edita da ViviDolomiti.
Clicca sull'immagine qui sotto per accedere alla pagina web ViviDolomiti edizioni - libri di montagna e acquistarne direttamente una copia.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Primo tiro

Matteo attrezza la seconda sosta

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Matteo sull'esposto quarto tiro

Alessandro sull'ultima lunghezza

   
Ingrandisci
Il Col de Stagn con il tracciato dello Spigolo est
   
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.