Grignetta/Ago Teresita - Via Gandin

Zona montuosa Gruppo delle Grigne LocalitÓ di partenza Piani Resinelli (LC)
Quota partenza 1278 Mt. Quota di arrivo 1860 Mt.
Dislivello totale +527 Mt. circa per l'attacco
+55 Mt. la via (70 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati n. 8 (Direttissima)
Ore di salita 1 h. 15' per l'attacco
1 h. 15' la via
Ore di discesa 5' la doppia
50' il sentiero fino al parcheggio
Esposizione Nord Giudizio sull'ascensione Discreta
Data di uscita 29/05/2011 Difficoltà VI-/V+, A0
Sass Balòss presenti
Luca, Bertoldo.
Amici presenti
Ale, Callisto, Claudia.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata inizialmente serena che ha lasciato presto spazio a nuvole basse. Il sentiero che conduce all'attacco è evidente.
Roccia generalmente buona; attenzione però a due tratti (sul primo e terzo tiro) con alcuni massi instabili.

Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata in ambiente.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Nessuno. Eventualmente il rifugio Porta ed i bar ai Piani Resinelli.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Solito da arrampicata. La via alcuni anni fa è stata attrezzata con fittoni resinati.
Utile un minimo assortimento di friends (da 0,3 a 2 Camalot).
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
L'Ago Teresita gode di una fama inferiore rispetto a molti altri torrioni della Grignetta nonostante la sua forma slanciata ed aerea.
La via Gandin è stata aperta da Gaetano Polvara con Vittorio Ponti il 14 luglio 1919. Gli apritori per superare l'ultimo tratto ricorsero ad un lancio di corda. Per la prima salita "pulita" occorrerà aspettare il 25 agosto 1929 quando Giovanni Gandin, Pierino Vitali e Giuseppe Riva raggiungeranno, arrampicando, la vetta.
Questa via Ŕ stata inserita nel progetto di rifittonatura del 2002 (anno internazionale della montagna) ma ha visto un intervento minimo.
Le soste sono state attrezzate con 2 fittoni da collegare, ma sui tiri le protezioni sono veramente poche; per questo motivo sono quasi indispensabili alcuni friend per proteggersi maggiormente.
Attacco, descrizione della via
Dal parcheggio dei Piani Resinelli seguire le indicazioni per il rifugio Porta. All'inizio vi è un tratto di ripida salita su strada asfaltata, poi, senza arrivare al rifugio, dove la strada piega a destra (vi è anche una sbarra) proseguire dritto per sentiero fino ad incontrare una palina del C.A.I.
Prendere il sentiero di sinistra (n. 8) denominato "Direttissima" (in parte attrezzato con catene e scalette) che taglia il versante meridionale della Grigna. Oltrepassare il gruppo del Fungo (che resta sulla sinistra, verso valle) e giungere poco dopo al canalone Angelina (o di Val Tesa). Abbandonare il sentiero e risalire nel canalone seguendo i bolli. Superare 2 serie di catene e poi obliquare a sinistra raggiungendo brevemente la base dell'Ago Teresita.
Guardando sul lato destro della parete è ben visibile un breve ma netto diedro che si forma tra l'Ago Teresita e la guglia alla sua destra. Questo è il diedro del secondo tiro. L'attacco della via è posto all'estremità destra della parete in corrispondenza di un fittone, all'inizio di una rampa erbosa che sale in direzione del diedro.
Sullo spigolo di sinistra corre invece la via Spigolo A.P.E.

1░ tiro:
seguire la rampa verso sinistra fino alla base del diedro dove si sosta (2 fittoni). Attenzione ad alcuni massi instabili. 20 Mt., III, 1 fittone.

2° tiro:
superare con larga spaccata l'elegante diedro, poi andare a sinistra e raggiungere il pulpito sul quale si sosta (2 fittoni).
15 Mt., IV+, V+, 1 fittone, 1 chiodo.

3° tiro:
per placca sopra la sosta, poi si obliqua verso destra fino sotto la cima. Si risalgono gli ultimi metri in placca con l'aiuto di una fessura fino a raggiungere l'ultima sosta (2 fittoni+catena+anello calata). 35 Mt., VI- oppure A0, V, 3 fittoni, 2 chiodi.
Discesa
Con 2 calate di 25 e 30 Mt. sullo Spigololo A.P.E., ossia in direzione della Guglia Angelina; oppure con una sola calata da 55 Mt. fino a terra. Poi a ritroso mediante i sentieri percorsi durante l'avvicinamento.

Note
Si consiglia di effettuare la salita in primavera e autunno.
   

Ingrandisci

Ingrandisci

La rampa che porta alla base del diedro

Luca impegnato nel diedro della seconda lunghezza

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Altre due immagini del diedro. A sinistra Luca visto dalla prima sosta, a destra Claudia fotografata dalla seconda sosta

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Ultimi metri del terzo tiro

L'Ago Teresita con i tracciati delle vie: Gandin e Spigolo A.P.E.

   
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.