Piccolo Lagazuoi - Via Orizzonti di Gloria

 
Zona montuosa Dolomiti - Gruppo di Fanis Località di partenza Passo Falzarego (BL)
Quota partenza 2105 Mt. Quota di arrivo 2425 Mt. circa
Dislivello totale +90 Mt. circa per l'attacco
+230 Mt. la via (285 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati Sentiero dei "Kaiserjäger"
Ore di salita 20' per l'attacco
5 h. la via
Ore di discesa 25'
Esposizione Sud Giudizio sull'ascensione Molto bella
Data di uscita 27/09/2014 Difficoltà VI+/VI, A0
Sass Balòss presenti
Luca.
Amici presenti

Alberto L.

Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Bella giornata soleggiata e calda. I sentieri di avvicinamento e discesa sono evidenti. La roccia in via è ottima se non eccezionale.

Eventuali pericoli

Soliti d'arrampicata in ambiente.

Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Al passo Falzarego, e nelle sue immediate vicinanze, ci sono il rifugio Falzarego (2105 Mt.) ed altre strutture.
Materiale necessario oltre al tradizionale

Normale materiale per arrampicata su roccia. Potrebbero essere sufficiente solo un po' di coppie; tuttavia un minimo assortimento di friend potrebbe tornare utile (0.3, 0.5, 1 Camalot). Al quinto tiro, volendo percorrere la fessura sulla destra anziché l'itinerario originale, consigliati anche n. 2 e 3 Camalot in quanto è interamente da proteggere.

Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Le pareti sud del Piccolo Lagazuoi sono caratterizzate da belle placconate di roccia grigio/nera. L'ottima qualità della roccia, l'esposizione solare ed il breve avvicinamento hanno fatto si che, negli anni, gli itinerari tracciativisi sopra siano ormai numerosi.
Questa via è stata
aperta in due giornate. Le prime quattro lunghezze nel luglio 2005 da Roland "Roly" Galvagni in compagnia di Gino Mitternpergher. Qualche settimana dopo Roly è tornato, accompagnato questa volta da Diego Filippi, e l'8 agosto hanno salito le lunghezze percorse precedentemente per poi terminare la via. Arrampicata prevalentemente in placca e piccoli strapiombi su roccia quasi sempre ottima e chiodatura sicura a fix (non vicinissimi e non sempre integrabili).
Attacco, descrizione della via

Raggiungere il Passo Falzarego e parcheggiare nel grosso posteggio dietro la funivia. Da qui è già ben visibile il tratto di parete dove corre la via. La cosa più semplice è identificare l'attacco guardando la fotografia col tracciato. Inizialmente per l'evidente sentiero dei Kaiserjäger, e poi per traccette meno evidenti, portarsi alla base della parete. Targhetta metallica col nome della via all'attacco.

1° tiro:
salire il muretto, inizialmente molto verticale, fino una terrazza erbosa (passo iniziale ostico). Da qui salire obliquando un po' a destra fino una cengetta dove si sosta (2 fix+cordino). 35 Mt., V+, V, 3 fix, 1 chiodo.

2° tiro:
spostarsi leggermente a sinistra ed alzarsi fino al tettino. Qui spostarsi circa due metri a destra e superarlo continuando poi verso destra superando prima una difficile pancia e poi un traverso in placca. Ora in verticale per placca fino alla cengia. La sosta (2 fix+cordone) è leggermente a sinistra. 40 Mt., VI, V+, V, 10 fix, 1 chiodo.

3° tiro:
partire a destra della sosta riportandosi a sinistra e poi dritti in placca obliquando leggermente a destra. La sosta (2 fix) resta sulla sinistra. 35 Mt., V, V+, 6 fix, 1 chiodo.

4° tiro:
uscire a destra e poi salire dritti (attenzione a non stare troppo a destra) fino una cengetta. Seguirla verso destra (non fermarsi sotto il diedro) fino alla sosta (2 fix). 35 Mt., V-, 3 fix, 1 sosta intermedia (2 chiodi+cordini).

5° tiro:
il tiro originale sale in verticale sopra la sosta su spigoletto strapiombante (VI, 8-9 fix). Noi non siamo riusciti a resistere alla bellissima fessura nera sulla destra. Al suo termine, per sfasciumi, si obliqua leggermente a sinistra portandosi alla base dei successivi salti strapiombanti dove si sosta (2 fix). 50 Mt., V, VI, I, 1 chiodo, 1 friend incastrato.

6° tiro:
superare i vari muretti con passi strapiombanti inizialmente verso destra e poi verso sinistra. Portarsi infine appena a destra della verticale dello spigolo finale dove si sosta (2 fix). 55 Mt., V+, V, V+, 6 fix.

7° tiro:
2 metri a sinistra della sosta si rimontano le rocce portandosi a destra del filo dello spigolo. Lo si risale e, man mano che ci si alza, ci si porta proprio sul filo dello spigolo. Al suo termine si traversa in piano a destra e si sosta (2 fix). 35 Mt., V+, VI+, V, 9 fix.
Discesa
Alzarsi pochi metri e poi traversare verso sinistra (viso a monte) fino a raggiungere il sentiero dei "Kaiserjäger" che si segue in discesa fino a rientrare al parcheggio della funivia.

Note
Abbiamo alzato leggermente la gradazione ufficiale dei primi salitori (con il benestare dell'amico Diego) che risultava, in alcuni punti, un po' strettina (e non solo a nostro parere)...
Commenti vari
Questa salita è stata effettuata durante un'uscita del corso di roccia della Scuola Valle Seriana.
Pubblicazioni

Questa relazione è stata inserita nella guida ARRAMPICARE Dolomiti nord-orientali vol.1 edita da ViviDolomiti.
Clicca sull'immagine qui sotto per accedere alla pagina web ViviDolomiti edizioni - libri di montagna e acquistarne direttamente una copia.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Prima lunghezza

Alberto sugli ultimi metri del secondo tiro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Terza lunghezza

L'ultimo tiro è molto verticale ed esposto

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Alberto sul filo dello spigolo a pochi metri dal termine della via

Dettaglio della parete con i tracciati delle vie:
Vonbank e Orizzonti di gloria

   

Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.