Valcanale - Cascata del Pattinaggio

 
Zona montuosa Alpi Orobie LocalitÓ di partenza Loc. Valcanale - Ardesio (BG)
Quota partenza 1120 Mt. Quota di arrivo 1260 Mt. circa
Dislivello totale -10 Mt. circa per l'attacco
+150 Mt. la cascata (210 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati Non numerati
Ore di salita 10' per l'attacco
2 h. la via
Ore di discesa 20'
Esposizione Nord Giudizio sull'ascensione Molto bella
Data di uscita 05/03/2018 Difficoltà 3+
Sass Balòss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Silvano, Tiziano.
Condizioni climatiche, dei sentieri e del ghiaccio

La cascata è stata salita la sera, dopo il lavoro. Le temperature non erano troppo rigide e il ghiaccio iniziava a risentire del caldo che aveva caratterizzato i giorni precedenti. Il sentiero di avvicinamento è molto comodo; la discesa avviene lungo una strada carrozzabile.

Eventuali pericoli
Soliti pericoli dovuti all'arrampicata su ghiaccio. Portare sempre il caschetto!
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
L'abitato di Valcanale.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Solito materiale per arrampicata su ghiaccio: picche, ramponi e viti da ghiaccio.
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
La Cascata del Pattinaggio si trova in Valcanale, una diramazione della Val Seriana. La quota è piuttosto bassa e per questo non tutti gli anni raggiunge le condizioni ottimali; le colate si formeranno solo dopo un periodo di freddo intenso.
La vicinanza alla macchina e la veloce discesa, che avviene lungo una comoda strada carrozzabile, fanno si che spesso questa cascata venga affrontata anche di sera, alla luce delle lampade frontali. E anche in questo caso vi potrà tranquillamente capitare di dover attendere in sosta.
La prima lunghezza può risultare particolarmente impegnativa se non è perfettamente formata (necessario in questo caso superare un breve tratto su roccia liscia con possibile caduta in una piccola pozza d'acqua) mentre l'ultima è senza dubbio la più bella e di maggiore soddisfazione.
I primi salitori di questo itinerario sono tutt'oggi sconosciuti ma il nome probabilmente deriva dal piccolo laghetto nei pressi del parcheggio (e quasi di fronte alla cascata) che durante il periodo invernale viene 'visitato' da pattinatori.
Attacco, descrizione della cascata
Risalire la Val Seriana e raggiungere il paese di Ardesio; continuare lungo la statale e prima del ponte che porta sulla sinistra orografica della valle svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per Valcanale. Superare la piccola frazione e parcheggiare poco prima del termine della strada sulla sinistra, in corrispondenza di un ampio parcheggio. Qui, durante le stagioni invernali, è presente una piccola colonna di ghiaccio artificiale (talvolta illuminata la sera).
Abbassarsi in direzione del torrente e costeggiare il laghetto (ghiacciato). Raggiunto il greto risalirlo brevemente fino ad incontrare sulla sinistra una sorta di canyon che consente di portarsi alla base della cascata.

1° tiro:
salire lo scivolo ghiacciato (pendenza del primo tratto di 65°) e continuare sino ad uscire su di un tratto pianeggiante. Qui sulla sinistra è presente una sosta (2 golfari+cordino) che conviene ignorare per proseguire e sostare più comodamente sfruttando un albero abbattuto. Durante gli inverni magri di ghiaccio può capitare a metà tiro di dover superare un tratto su roccia abbastanza impegnativo.
40 Mt., 2, 3, 1 sosta intermedia su 2 golfari+cordino.

2° tiro:
portarsi alla base del secondo salto e salirlo sino al suo termine; la sosta (2 golfari+cordino) si trova sulla sinistra. La prima parte presenta una pendenza di 85° per poi abbassarsi, man mano che si sale, a 75°. Il tiro è molto bello e sostenuto, da non sottovalutare.
40 Mt., 3+.

3° tiro:
superare una sequenza di salti, con pendenza massima di 65°. Attrezzare la sosta su alcuni alberi sulla destra. 50 Mt., 2.

4° tiro:
ancora per facili salti sino alla base della candela terminale. Attrezzare la sosta su albero. 40 Mt., 1, 2.

5° tiro:
certamente la lunghezza più bella della cascata. Salire la candela e continuare lungo lo scivolo in obliquo verso sinistra. Al suo termine sostare sulla destra (2 golfari+cordone). 40 Mt., 3+, 1 fix.
Discesa
Continuare lungo il corso d'acqua sino a quando è possibile risalire facilmente nel bosco a destra (evidente traccia). In breve si è sulla strada. Abbassarsi lungo questa fino a raggiungere nuovamente la macchina.

Altre ripetizioni
La cascata era già stata salita da Matteo e Paolo, sempre di notte, il 17 gennaio 2017.
Note
Le fotografie qui riportate sono state scattate da Fabrizio Andreoli e Stefano Ducoli durante la loro ripetizione del 6 marzo 2018.
   
Ingrandisci Ingrandisci
La prima lunghezza può presentare un tratto privo di ghiaccio. Il superamento può risultare particolarmente impegnativo
   
Ingrandisci Ingrandisci
La seconda lunghezza. Qui le difficoltà sono continue Stefano inizia ad attaccare la candela di L5
   
Ingrandisci Ingrandisci
Il quinto tiro Fabrizio a pochi metri dal termine della cascata