Monte Turgiòn - Spigolo della Cascata

 
Zona montuosa Lagorai - Cima d'Asta LocalitÓ di partenza Canal San Bovo (TN)
Quota partenza 780 Mt. circa Quota di arrivo

960 Mt. circa

Dislivello totale +100 Mt. circa per l'attacco
+80 Mt. la via (105 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati Non numerati
Ore di salita 20' per l'attacco
1 h. 30'
Ore di discesa 30' le doppie
20' il sentiero
Esposizione Sud Giudizio sull'ascensione Sufficiente
Data di uscita 25/06/2016 Difficoltà 4c, 5a
Sass Bal˛ss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Alessandro, Anita, Diego, Fabrizio.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata dalle previsioni meteo incerte tant'è che durante la salita ha iniziato a piovere. Il sentiero che conduce all'attacco è evidente. La roccia è ottima e la chiodatura è abbondante a fix.

Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Nessuno. Il paese di Canal San Bovo è vicinissimo.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Solito da arrampicata. Portare solo rinvii.
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Il Monte Turgiòn è una montagna che incombe sulla sinistra orografica della Valle del Vanoi a metà strada tra gli abitati di Canal San Bovo e Caoria. Per via dell'avvicinamento molto contenuto e itinerari non troppo lunghi questa via è l'ideale per le giornate dal tempo incerto.
L'itinerario è stato aperto nel 2016 in solitaria da Fabrizio Rattin e corre lungo lo spigolo di un torrione posto all'estremità destra della parete della Salina, una fascia rocciosa che si trova appena a destra della vetta vera e propria del Monte Turgiòn.
Attacco, descrizione della via
Dalla Valsugana imboccare la strada che sale a Fiera di Primiero. Poco prima di raggiungere il paese svoltare a sinistra (galleria Totoga) e seguire le indicazioni per Canal San Bovo. Superato il paese tenere la destra al bivio (seguire sempre per Caoria). Dopo circa un chilometro e mezzo sulla destra, poco prima dell'inizio di una struttura di protezione dei massi, si trova un piccolo spiazzo dove parcheggiare.
Imboccare il sentiero e al primo bivio tenere la destra (indicazione Salina); al secondo tenere ancora la destra (deviando a sinistra si raggiungerà l'attacco delle vie "Zio Tibia" e "Qualità, Convenienza e Cortesia"). Continuare lungo la comoda traccia (ex strada militare) sino a raggiungere la falesia. Superarla e ignorare la palina che indica l'attacco della via "Panoramica". Poco prima di un canale e in corrispondenza di un albero con bollo rosso imboccare la traccia che sale ripida in direzione di un pilastro (scritta pilastro bizeta). Continuare lungo la traccia sino alla base della parete dove un'esile cengia consente di raggiungere verso destra una pianta con cordone (cartello con nome della via).

1° tiro:
salire il canale erboso verso destra sino ad uscire sullo spigolo a destra. Dopo pochi passi si raggiunge la sosta (2 fix con anelli).
20 Mt., 3c, 8 fix.

2° tiro:
spostarsi a destra della sosta e risalire la paretina. Spostarsi a sinistra in direzione di un terrazzo di sosta (2 fix con anelli).
20 Mt., 5a, 4b, 7 fix.

3° tiro:
risalire un muretto a sinistra e proseguire per terreno semplice sino alla sosta (2 fix+catena+anello). 15 Mt., 4c, 7 fix.

4° tiro:
salire a destra della sosta e poi spostarsi a sinistra sfruttando una lama. Sostare (2 fix con anelli) poco dopo. 25 Mt., 4c, 4a, 7 fix.

5° tiro:
proseguire sul filo della cresta senza difficoltà sino alla sosta (2 fix con anelli). 25 Mt., 4a, 5 fix.
Discesa
La discesa avviene in corda doppia. Dall'ultima sosta scendere alla S3 seguendo il filo di cresta. Dalla S3 calarsi per 50 Mt. in verticale sino all'attacco della via (presente una sosta intermedia). Rientrare alla macchina percorrendo a ritroso il sentiero d'avvicinamento.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Fabrizio impegnato sulla seconda lunghezza Dettaglio della parete col tracciato dello Spigolo della cascata