Monte Turgiòn - Via Zio Tibia

 
Zona montuosa Lagorai - Cima d'Asta LocalitÓ di partenza Canal San Bovo (TN)
Quota partenza 780 Mt. circa Quota di arrivo

970 Mt. circa

Dislivello totale +130 Mt. circa per l'attacco
+60 Mt. la via (75 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati Non numerati
Ore di salita 15' per l'attacco
1 h. 15'
Ore di discesa 15' le doppie
10' il sentiero
Esposizione Sud-ovest Giudizio sull'ascensione Bella
Data di uscita 25/06/2016 Difficoltà 6a/5c e A0
Sass Bal˛ss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Alessandro, Anita, Diego.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata dalle previsioni meteo incerte; nel pomeriggio mentre ripetevamo lo Spigolo della Cascata ha iniziato a piovere. Il sentiero che conduce all'attacco è evidente. La roccia è ottima lungo tutta la via (solo i primi metri sono infastiditi a licheni) e la chiodatura è ottima anche se i fix non sono posizionati in modo ottimale per lo scorrimento delle corde.

Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Nessuno. Il paese di Canal San Bovo è vicinissimo.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Solito da arrampicata. Portare solo rinvii.
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Il Monte Turgiòn è una montagna che incombe sulla sinistra orografica della Valle del Vanoi a metà strada tra gli abitati di Canal San Bovo e Caoria. Per via dell'avvicinamento e sviluppo molto contenuti questo itinerario Ŕ l'ideale per le giornate dal tempo incerto.
La via "Zio Tibia" è stata aperta da Flavio Veronese e Corrado Dri nel 2006 e sale, insieme alla via "Qualità, Convenienza e Cortesia", l'estremità sinistra della parete della Salina, una fascia rocciosa che si trova appena a destra della vetta vera e propria del Monte Turgiòn.
Attacco, descrizione della via
Dalla Valsugana imboccare la strada che sale a Fiera di Primiero. Poco prima di raggiungere il paese svoltare a sinistra (galleria Totoga) e seguire le indicazioni per Canal San Bovo. Superato il paese tenere la destra al bivio (seguire sempre per Caoria). Dopo circa un chilometro e mezzo sulla destra, poco prima dell'inizio di una struttura di protezione dei massi, si trova un piccolo spiazzo dove parcheggiare.
Imboccare il sentiero e al primo bivio tenere la destra (indicazione Salina); al secondo svoltare a sinistra. Continuare lungo il ripido sentiero raggiungendo in breve le pareti. Superare lo "Spigolo del Pompiere" e raggiungere la via "Qualità, Convenienza e Cortesia". Continuare lungo la ripida traccia sino alla base di una placca lavorata dove si trova l'attacco (presente un cartello con il nome della via).

1° tiro:
salire la placca sino a raggiungere la sosta (2 fix+anelli). 25 Mt., 5b, 10 fix.

2° tiro:
proseguire ancora in verticale sino alla sosta (2 fix+anelli). 20 Mt., 5b, 7 fix.

3° tiro:
lunghezza chiave e caratterizzata da spostamenti. Salire a destra della placca e spostarsi poi a sinistra. Dopo qualche passo in verticale riportarsi a destra e guadagnare a fatica una cengia che consente di ritraversare a sinistra. Da qui in verticale sino alla sosta (2 fix+anelli). Fondamentale allungare le protezioni. 30 Mt., 6a oppure 5c e A0, 5c, 12 fix.
Discesa
La discesa avviene in corda doppia. Dall'ultima sosta scendere alla S2 (utile fare una calata breve per evitare l'incastro delle corde in una lama sotto la sosta) e da questa alla base della parete.
Rientrare alla macchina percorrendo a ritroso il sentiero d'avvicinamento.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Will e Alessandro sulla seconda lunghezza