Anticaprie - Via Giri Orbitali

 
Zona montuosa Alpi Cozie LocalitÓ di partenza Caprie (TO)
Quota partenza 450 Mt. circa Quota di arrivo 535 Mt. circa
Dislivello totale

+15 Mt. per l'attacco
+70 Mt. la via (105 lo sviluppo)

Sentieri utilizzati Non numerati
Ore di salita 5' per l'attacco
1 h. 30' la via
Ore di discesa 15' dalla sommità al parcheggio
Esposizione Sud-Est Giudizio sull'ascensione Bella
Data di uscita 08/12/2010 Difficoltà 5b, 5c
Sass Balòss presenti
Bertoldo.
Amci presenti
Raffo.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Le previsioni meteo assegnavano brutto in tutto il nord Italia... tranne che in Val di Susa! In alcuni momenti della giornata oltre al sole abbiamo incontrato temperature gradevoli. Il sentiero che conduce all'attacco è evidente. La roccia è ottima lungo tutto il percorso.

Eventuali pericoli

Soliti da arrampicata.

Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Nessuno.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Normale materiale per arrampicata su roccia. E' sufficiente una corda intera da 70 Mt.
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Il primo alpinista a mettere le mani su questa struttura fu Isidoro Meneghin che negli anni 70 vi tracciò alcuni itinerari in solitaria. Gian Carlo Grassi a partire dal 1981 continuò l'opera tappezzando di itinerari l'intera parete.
Recentemente l'intera struttura è stata riattrezzata con dei fittoni resinati.
Attacco, descrizione della via
Da Torino raggiungere il centro abitato di Caprie in bassa Val di Susa. Entrati in paese seguire le indicazioni per la Ferrata sino a raggiungere via Giardini e la successiva via Colomba (dov'è possibile parcheggiare in vista della parete). Da qui imboccare l'evidente sentiero che conduce alla base della parete. L'attacco della via si trova sulla parte destra della struttura alla base di un diedro fessurato che sale in obliquo verso sinistra (scritta alla base).


1° tiro:
salire il bellissimo diedro sino a raggiungere la sosta. Ignorarla e sostare poco dopo (sosta inizialmente non visibile) in corrispondenza di un comodo terrazzino. 35 Mt., 5b, 5c, 7 fittoni, 1 chiodo, 1 sosta intermedia.

2° tiro:
traversare a sinistra in direzione dello spigolo oltre il quale si continua in verticale sino alla sosta. 35 Mt., 5b, 6 fittoni, 1 chiodo.

3° tiro:
obliquare a destra lungo la bellissima placca sino a raggiungere la sosta dove termina la via. 35 Mt., 5b, 6 fittoni.
Discesa
Rientrare alla base della parete fruttando la via ferrata che si trova pochi metri a destra dell'ultima sosta. Volendo è possibile scendere in corda doppia lungo le vie ma è sconsigliabile vista l'alta frequentazione degli itinerari.

Note

La parete ha esposizione a sud per cui è possibile arrampicare tranquillamente nelle mezze stagioni e nelle soleggiate giornate invernali.
La guida "Passaggio a Nord Ovest" di Maurizio Oviglia e Fiorenzo Michelin riporta uno schizzo della parete ormai obsoleto in quanto realizzato precedentemente ai lavori di riattrezzatura.

Altre ripetizioni

La via è stata ripetuta da Will e Carlo il 7 Giugno 2014, terminata la quale hanno proseguito lungo la via Manera alla Rocca Nera.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Il bandito Raffo sul primo tiro

Secondo tiro

   
Will sulla terza lunghezza
Raffo verso il termine della via

Ingrandisci

Raffo e Bertoldo al termine dei due giorni in Val di Susa
 
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.