Campanile Regina Elisabetta - Via Liberi o niente

 
Zona montuosa Dolomiti Occidentali - Gruppo Pale di S. Martino LocalitÓ di partenza

Fiera di Primiero (Malga Canali -TN)

Quota partenza 1302 Mt. Quota di arrivo 2093 Mt. circa
Dislivello totale +329 Mt. dal parcheggio al rifugio
+332 Mt. circa dal rifugio all'attacco
+130 Mt. la via (145 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati n. 707, 720
Ore di salita 40' fino al rif. Treviso
30' dal rifugio all'attacco
2 h. 30' la via
Ore di discesa 30' le doppie
20' dall'attacco al rifugio
30' dal rifugio alla macchina
Esposizione Ovest Giudizio sull'ascensione Bella
Data di uscita 11/08/2013 Difficoltà V, V+
Sass Balòss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Luca, Michele. Sull'adiacente via "I Ragazzi del 48°" Alessandro, Bruno, Claudia, Giulia, Nicola, Sonia.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

La giornata è stata spettacolare. I sentieri che si percorrono sono in ottimo stato, solo la traccia che conduce all'attacco è poco evidente (con le successive ripetizioni questa diverrà certamente più marcata). La Roccia è buona lungo tutta la via.

Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata in ambiente.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Malga Canali a 1302 Mt. (poco sopra il parcheggio) e il rifugio Treviso a 1631 Mt.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Normale dotazione alpinistica. Portare dei cordini per le clessidre e dei friend.
Descrizione dell'arrampicata

Descrizione generale
Interessante itinerario aperto il 7 agosto 2013 da Luca Pilati e Giorgio Gaspari che sale la parete ovest del Campanile Regina Elisabetta, un torrione in parte trascurato dagli alpinisti e recentemente valorizzato dallo stesso Pilati con due itinerari che, per via dello sviluppo contenuto, risultano perfetti a giornate incerte o a mezze giornate.
Gli apritori sono saliti unicamente proteggendosi con friend e clessidre. La nostra è stata la prima ripetizione e ha avuto la fortuna di avere in cordata uno dei due apritori, il quale salendo ha aggiunto cordoni alle clessidre e sugli spuntoni. Tutte le soste sono attrezzate. La discesa avviene lungo la via "I Ragazzi del 48°".
Attacco, descrizione della via

Da Fiera Di Primiero (TN) seguire le indicazioni per la Val Canali fino a giungere al ristorante Cant del Gal. In corrispondenza del ristorante svoltare a destra per la Val Canali e percorrere la strada fino a giungere al suo termine. Parcheggiare sulla destra.
Camminare lungo il sentiero 707 che risale lentamente la Val Canali fino ad un bivio. Qui prendere il sentiero che sale nel bosco e in poco tempo conduce al rifugio Treviso (1631 Mt.). Qualche metro prima del rifugio imboccare il sentiero 720 che conduce alla Forcella delle Mughe. Quando il sentiero esce dal bosco e risale il vallone sulla destra è facilmente riconoscibile una cima piramidale (una grotta formata da un grande sasso addossato alla parete ne facilita il riconoscimento). Si tratta della Punta della Disperazione a fianco della quale, sulla sinistra, si erge la Torre Clara.
A sinistra di quest'ultima torre si trova il campanile Regina Elisabetta (facilmente identificabile da un pilastro addossato alla parete con lo spigolo arrotondato di roccia giallastra). Lungo la parete ovest corrono due itinerari. "I Ragazzi del 48°" corre al centro della placconata; sulla sinistra, alla base di una parete più verticale e nerastra, si trova la via "Liberi o niente". All'attacco è presente un clessidra con cordone.

1░ tiro:
salire la placca obliquando a sinistra. Portarsi alla base di un muretto oltre il quale un diedro permette di raggiungere la sosta (1 spit+1 chiodo+cordone). 40 Mt., IV, V, IV, 3 clessidre con cordoni.

2° tiro:
lunghezza chiave della salita. Alzarsi e spostarsi a destra (ignorare le fessure di sinistra) in direzione di uno spigoletto e della sovrastante placchetta incisa, sulla sinistra, da una fessura. Superarla con decisione e mediante una placca, ora più semplice, guadagnare la sosta (1 spit+1 chiodo+cordone). 40 Mt., IV, V+, V, 4 clessidre/spuntoni con cordoni.

3° tiro:
salire in verticale sino a raggiungere una placca molto compatta. Qui traversare verso destra per circa 15 Mt. e poi salire in verticale sino alla sosta (1 spit+1 chiodo+cordone). Poco più a destra passa la via "I Ragazzi del 48°.
35 Mt., IV°, IV°+, V°, 6 clessidre/spuntoni con cordoni.

4° tiro:
spostarsi pochi metri a destra raggiungendo l'itinerario adiacente e proseguire in verticale entrando in un caminetto. Ignorare la sosta sulla sinistra (3 chiodi con cordone e maglia rapida) e proseguire sino alla sommità del campanile dove si sosta (spuntoni+cordoni+maglia rapida). 30 Mt., III, IV-, 4 clessidre/spuntoni con cordoni, 2 chiodi con cordoni.
Discesa
La discesa avviene in corda doppia lungo la via "I Ragazzi del 48°".
1a. calata: dalla vetta effettuare una breve calata di 15 Mt. sino alla sosta ignorata sulla quarta lunghezza;
2a. calata: 40 Mt. circa sino ad una sosta su 2 clessidre con cordoni e maglia rapida;
3a. calata: 50 Mt. circa sino ad un terrazzino con sosta (1 spit+1 chiodo+cordone);
4a. calata: 25 Mt. circa sino alla base della parete.
Da qui a ritroso mediante i sentieri percorsi durante l'avvicinamento si ritorna al rif. Treviso e successivamente al parcheggio.

Note
Al termine della strada nella Val Canali parcheggiare solo sulla destra! I vigili spesso fanno visita a questa splendida valle.
Pubblicazioni

Questa relazione è stata inserita nella guida ARRAMPICARE Dolomiti sud-occidentali vol.1 edita da ViviDolomiti.
Clicca sull'immagine qui sotto per accedere alla pagina web ViviDolomiti edizioni - libri di montagna e acquistarne direttamente una copia.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Luca in uscita dalla prima lunghezza

Michele sul tratto chiave del secondo tiro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Terza lunghezza

Luca, Bertoldo e Michele in vetta

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Grande gruppo!

Il Campanile Regina Elisabetta con il tracciato della via

 
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.