Corno Rat - Via Dell'Oro

 
Zona montuosa Prealpi Comasche LocalitÓ di partenza Belvedere di Valmadrera (LC)
Quota partenza 300 Mt. circa Quota di arrivo 850 Mt. circa (906 la vetta del Corno Rat)
Dislivello totale

+440 Mt. per l'attacco
+110 Mt. la via (135 lo sviluppo)

Sentieri utilizzati N. 3, 5
Ore di salita 1h. ' per l'attacco
2 h. 30' la via
Ore di discesa 30'
Esposizione Sud-est Giudizio sull'ascensione Bella
Data di uscita 27/02/2010 Difficoltà VI/V+, A0
Sass Balòss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Ale.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata stupenda. Il cielo era completamente azzurro. Per raggiungere l'attacco si seguono sentieri evidenti. La roccia in via è buona tranne nella seconda lunghezza dove occorre prestare un po' d'attenzione.

Eventuali pericoli

Soliti da arrampicata in ambiente.

Presenza di acqua
E' possibile trovare acqua durante l'avvicinamento in un paio di punti poco prima dell'abitato di San Tomaso.
Punti di appoggio
Nessuno.
Materiale necessario oltre al tradizionale

Normale materiale per arrampicata su roccia. Portare friend e nut per integrare.

Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione Generale
Questo itinerario venne salito nel maggio del 1940 da Darvino e Pierino Dell'Oro. Nonostante tutt'intorno siano spuntati itinerari di arrampicata libera protetti a spit... questo itinerario è riuscito a conservare la chiodatura originale infatti solo le soste infatti sono state attrezzate a spit e catena per la calata. La seconda lunghezza risulta un po' invasa dalla vegetazione.
Attacco, Descrizione della via

Da Valmadrera (LC) salire alla frazione Belvedere e parcheggiare nei pressi del termine della strada asfaltata. Qui proseguire su strada lastricata abbastanza ripida fino a raggiungere la cappelletta VARS. Qui imboccare il sentiero n. 3 (mulattiera) che piegando verso sinistra conduce alla frazione San Tomaso.
In corrispondenza dell'abitato imboccare la traccia che si stacca sulla destra (sentiero n. 5) e che dopo aver superato un altro bivio (con palina) sale in direzione della ferrata del Corno Rat. La ferrata ha inizio in corrispondenza del Sasso GGOSA. Salire la ferrata sino a raggiungere la sommità del Sasso (in alternativa è possibile seguire una ripida traccia sulla destra).
Qui mediante una traccia di sentiero portarsi alla base della parete del Corno. Quasi in centro parete è facilmente identificabile il diedro obliquo della via Dell'Oro. Una targhetta in rame vi darà la certezza del giusto attacco.

1░ tiro:
salire lungo l'evidente diedro e poco prima del suo termine spostarsi a destra in direzione della sosta. E' possibile 'rubare' qualche spit all'itinerario adiacente. 35 Mt., IV+, V-.

2° tiro:
continuare a sinistra della sosta lungo un canale. Traversare poi a destra e rimontare rocce ora più solide e meno invase dalla vegetazione sino a raggiungere la sosta. Durante questa lunghezza sono presenti diverse soste appartenenti agli itinerari sportivi. Usare la sosta posta in corrispondenza di un comodo terrazzino con albero. 35 Mt., II, III.

3° tiro:
salire obliquando verso destra sino a raggiungere una fessura verticale oltre la quale si trova una nicchia, qui obliquare verso sinistra seguendo un'altra fessura. Risalire poi per terreno più semplice sino alla sosta. 30 Mt., IV+, V, VI oppure V+ e A0.

4 tiro:
salire il caminetto sopra la sosta sino a raggiungere il cavo metallico che consente di traversare verso sinistra sino ad un altro caminetto. Qui proseguire in verticale sino a raggiungere delle rocce più semplici che consentono di obliquare verso sinistra sino alla sosta.
35 Mt., V, A0, V, IV, II.
Discesa
E' possibile scendere in due modi:
1-In corda doppia lungo gli itinerari sportivi della parete.
2-Proseguendo per roccette e piegando a sinistra lungo un'esile traccia di sentiero sino a raccordarsi con la ferrata che in breve riporta alla base della parete (soluzione da noi seguita).
Dalla base della parete rientrare alla macchina percorrendo a ritroso il sentiero d'avvicinamento.

Note

Il tratto del cavo metallico fu superato dagli apritori mediante il lancio di una corda... Per chi volesse è possibile evitare la traversata salendo lungo il caminetto sovrastante la sosta (2 lunghezze di corda rispettivamente di 6b+ e 7a).

   
Diedro iniziale
Bertoldo sul secondo tiro
   
Ale sulla lunghezza chiave
Il traverso lungo il cavo metallico
   

Ingrandisci

Lecco con alla sua sinistra la Parete Rossa
del Monte San Martino

La discesa lungo la ferrata

   
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.