Pizzo Rachele - Via Normale

 
Zona montuosa Masino/Bregaglia/Disgrazia LocalitÓ di partenza Fraz. Chiareggio - Chiesa in Valmalenco (SO)
Quota partenza 1612 Mt. Quota di arrivo 2998 Mt.
Dislivello totale +363 Mt. circa dal parcheggio al rif.
+1023 Mt. circa dal rifugio alla vetta
Data di uscita 26-27/05/2012
Ore di salita 50' per il rifugio
3 h. 50' dal rifugio alla vetta
Ore di discesa 3 h. dalla vetta al rifugio
30' dal rifugio al parcheggio
Sentieri utilizzati Alta via della val Malenco n. 2 Giudizio sull'ascensione Bella
Sass Balòss presenti Bertoldo Difficoltà AD
Amici presenti
Alfio, Chiara, Curzio, Gabriele.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia
Giornata abbastanza stabile nonostante verso mezzogiorno siano comparse un po' di nubi. I sentieri che si percorrono sono in ottimo stato. La roccia è generalmente buona.
Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata in ambiente. Fare attenzione a eventuali sassi mobili presenti in cresta.
Presenza di acqua

Lungo il percorso sono presenti diversi ruscelli con acqua proveniente dallo scioglimento dei ghiacciai.

Punti di appoggio
Il rifugio Gerli-Porro (1965 Mt.) e la vicina Alpe (rifugio) Ventina (1975 Mt.).
Materiale necessario oltre al tradizionale
Normale dotazione alpinistica per salite in terreno misto.
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione Generale
Il Pizzo Rachele fu salito per la prima volta a E. Bertarelli, S. Bonacossa, G.B. Confortola e Michele Schenatti il 28 agosto del 1887 mediante la cresta Nord-Nord/Est che oggi costituisce la via normale.
La cima è a torto poco frequentata e la salita ad essa si presenta decisamente più impegnativa del vicino e ben più noto Pizzo Cassandra.

Attacco, descrizione della via
Raggiungere Chiareggio (1612 Mt., frazione di Chiesa Val Malenco) e dopo aver attraversato il paese seguire le indicazioni per il parcheggio (la strada scende in direzione del fiume). Attraversare il
fiume sfruttando il ponte in cemento e proseguire dapprima lungo una traccia e successivamente lungo una strada sterrata (seguirla verso destra - necessario oltrepassare una sbarra) sino a raggiungere il rifugio Porro (1960 Mt.).
Continuare tenendosi sul lato sinistro della valle; superare il rifugio Ventina (1675 Mt.) e proseguire in direzione dell'omonimo ghiacciaio. Poco prima di raggiungerlo innalzarsi verso sinistra lungo una pietraia puntando all'ormai visibile passo Ventina (2675 Mt., situato tra la Cima del Duca e il Pizzo Rachele).
Raggiunto il passo proseguire verso destra (viso a monte) lungo la cresta che d'estate si presenta completamente pulita ma ad inizio stagione è innevata. La salita alterna tratti di neve (con una pendenza massima di 45°-50°) a tratti di roccia (passaggi di III - un breve tratto un discesa). Lungo la cresta sono presenti diversi ometti.
Raggiunta l'anticima proseguire per facili rocce sino alla vetta vera e propria.
Discesa
La discesa avviene percorrendo a ritroso la via di salita.

Commenti vari
L'idea era quella di salire al Pizzo Cassandra ma la neve molto marcia ci ha fatto cambiare itinerario... regalandoci una bella (ed inaspettata) salita.
L'uscita fa parte del corso di Alpinismo Base della Scuola Valle Seriana.
   
in direzione del Passo Ventina
Gabriele e Chiara in cresta
   
Chiara, Curzio e Will in vetta
Il Pizzo Rachele visto dal Rif. Ventina con la via normale
   
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.