Pizzo dei Nibbi - Via CAI Vedano

 
Zona montuosa Gruppo delle Grigne Località di partenza Passo di Cainallo (LC)
Quota partenza 1315 Mt. circa Quota di arrivo 1800 Mt. (1811 Mt. la vetta)
Dislivello totale

+375 Mt. per l'attacco
+110 Mt. la via (135 lo sviluppo)
+11 Mt. per la vetta (facoltativo)

Sentieri utilizzati n. 25, 24
Ore di salita 30' per l'attacco
1 h. 30' la via
Ore di discesa 20' fino all'attacco
30' dall'attacco al parcheggio
Esposizione Sud Giudizio sull'ascensione Bella
Data di uscita 09/04/2017 Difficoltà 6a/4c, A0
Sass Balòss presenti
Bertoldo, Luca.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata serena e calda. Il sentiero che conduce alla base della parete è evidente e ben segnalato. La roccia è ottima.

Eventuali pericoli

Soliti da arrampicata.

Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio

Il Bivacco/Cappella della 89a. Brigata Garibaldi. Eventualmente i rifugi Bogani e Bietti/Buzzi.

Materiale necessario oltre al tradizionale

Solito per arrampicata su roccia. Necessarie solo 12/14 coppie; inutili dadi e friend.

Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Il Pizzo dei Nibbi (o Pilastro di Prada) è un solare torrione che sorge subito ad ovest della Bocchetta di Piancaformia e poco a monte dell'arco naturale della Porta di Prada.
La prima salita della parete fu fatta nel 1995 ad opera di Aldo Tagliabue e Lorenzo Cernuschi con l'apertura della via CAI Vedano. L'anno successivo Graziano Ticozzelli superò in arrampicata solitaria dal basso una sequenza di fessure e placche aprendo la via della Libertà. Occorrerà poi aspettare il 2005 e l'infaticabile Pietro Buzzoni per vedere comparire nuove linee di salita.
L'itinerario qui proposto è senza dubbio il più ripetuto della parete. La chiodatura è ottima a fix molto ravvicinati a tal punto che l'obbligato richiesto è molto basso.
Attacco, descrizione della via
Raggiungere il paese di Esino Lario e seguire le indicazioni per Cainallo, dal quale si prosegue verso l'Alpe del Vò di Moncodeno, sino a raggiungere un ampio parcheggio (a pagamento nel periodo primaverile/estivo).
Da qui s'imbocca il sentiero n. 25 che sale in direzione del rifugio Bogani. Raggiunto un bivio si abbandona il sentiero n. 25 e si segue il n. 24 sino alla Bocchetta di Prada (o passo della Val d'Era - 1626 Mt.). Dalla bocchetta piegare a sinistra in direzione della Porta di Prada oltrepassando il bivacco/cappella dell'89a. Brigata Garibaldi. Dall'arco naturale il sentiero sale in direzione di una selletta alla cui sinistra sorge il Pizzo dei Nibbi. Raggiunta la selletta abbandonare il sentiero e salire il breve pendio erboso fino alla base della parete. La via sale sul fianco destro; all'attacco è presente un fix con una targhetta metallica con il nome della via.

1 tiro:

salire le prime facili rocce, poi una breve fessurina consente di guadagnare una ripida placca oltre la quale si trova la sosta (golfaro+fix+catena). 30 Mt., 5a oppure 4c e A0, 7 fix, 1 clessidra con cordone.

2° tiro:
alzarsi un metro e iniziare un lungo traverso verso destra fino allo spigolo dove si sosta (2 fix+catena).
20 Mt., 5a oppure 4c e A0, 7 fix.

3° tiro:
in obliquo a destra sino ad uno spigolone che si risale. Traversare a sinistra e raggiungere la sosta (2 fix+catena).
30 Mt., 6a oppure 4c e A0, 1 chiodo, 12 fix (di cui 1 senza piastrina).

4° tiro:
proseguire in verticale prendendo un canalino che si segue sino alla sosta (2 fix+catena). 20 Mt., 4b, 10 fix.

5° tiro:
superare un pilastrino verticale e per facile cresta raggiungere la sosta (2 fix+catena+libro via) posta sulla terrazza inclinata.
35 Mt., 4b, 3 fix.
Discesa
Effettuare una calata in corda doppia di 30 Mt. lungo il versante est. Raggiunti i prati abbassarsi per tracce sino alla base della parete. Risalendo il sentiero si è in breve all'attacco.

Note

Dalla S5 è possibile salire le facili rocce per raggiungere la vetta vera e propria del Pizzo dei Nibbi. Circa 20 Mt. III. Soluzione da noi non verificata. Per la discesa: o si ritorna arrampicando alla S5 o potrebbe essere possibile scendere più facilmente alla sottostante selletta erbosa verso nord. Da qui per ripidi pratoni verso la base della parete oppure dirigersi verso la cresta di Piancaformia dove si scende per comodo sentiero alla base della parete o al bivacco/Cappella della 89a. Brigata Garibaldi.

Commenti vari

La via è iper attrezzata. Può essere consigliata a chi inizia a muovere i primi passi su vie di più tiri.

Ingrandisci

Ingrandisci

A sinistra Matteo e a destra Luca sulla prima lunghezza

Ingrandisci

Ingrandisci

Il traverso del secondo tiro

Matteo quasi alla terza sosta

 

Ingrandisci

Ingrandisci

Luca sugli ultimi metri del terzo tiro

Quarta lunghezza

Ingrandisci

Matteo supera il pilastrino all'inizio del quinto tiro

Ingrandisci

Ingrandisci

Due immagini del Pizzo dei Nibbi con i tracciati delle vie: Libertà e CAI Vedano

   

Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.