Grignetta/Pilone Centrale - Via Zucchi

 
Zona montuosa Gruppo delle Grigne LocalitÓ di partenza Piani Resinelli (LC)
Quota partenza 1278 Mt. Quota di arrivo 2177 Mt. (2080 Mt. fine via)
Dislivello totale +650 Mt. circa per l'attacco
+152 Mt. la via (180 lo sviluppo)
+97 Mt. per la vetta
Sentieri utilizzati n. 7, 8, 10
Ore di salita 1 h. 30' per l'attacco
2 h. dall'attacco alla vetta
Ore di discesa 1 h.
Esposizione Sud Giudizio sull'ascensione Discreta
Data di uscita 26/09/2004 Difficoltà IV, IV+
Sass Balòss presenti
Luca, Bertoldo.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia
Giornata molto serena. Sentieri ottimi, ben segnalati, e attrezzati ove necessario. Roccia ottima ad eccezione di brevi tratti specialmente sulla prima lunghezza.
Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata in ambiente. All'uscita della via attenzione a non smuovere sassi contro eventuali cordate ancora in parete.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Il bivacco Ferrario in vetta alla Grignetta (6 posti), il rifugio Porta ed eventualmente i bar ai Piani Resinelli.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Solito da arrampicata. Sufficiente una corda da 50 Mt. Eventualmente un minimo assortimento di friend (fino 1 Camalot).
Inutili chiodi e martello.
Caratteristiche dell'arrampicata
Descrizione generale
Itinerario aperto da Corrado Zucchi e Armando Canova il 20 ottobre 1963. La recente richiodatura e le difficoltà contenute ne ha fatto un itinerario molto frequentato. Tutte le soste sono attrezzate con 2 fittoni da collegare.
Attacco, descrizione della via
Dal parcheggio dei Piani Resinelli seguire le indicazioni per il rifugio Porta. All'inizio vi Ŕ un tratto di ripida salita su strada asfaltata, poi, senza arrivare al rifugio, dove la strada piega a destra (vi Ŕ anche una sbarra) proseguire dritto per sentiero fino ad incontrare una palina del C.A.I.
Prendere il sentiero di sinistra (n. 8) denominato "Direttissima" (in parte attrezzato con catene e scalette) che taglia il versante meridionale della Grigna. Oltrepassare il gruppo del Fungo (che resta sulla sinistra, verso valle) e giungere poco dopo al canalone Angelina (o di Val Tesa). Abbandonare il sentiero e risalire il canalone seguendo i bolli. Superare 2 serie di catene e poi seguire un sentiero a destra. Percorrerlo superando nuovamente tratti attrezzati fino ad un bivio con palina; da qui verso destra sul sentiero Cecilia (n. 10). Poco oltre un canale ed una curva (fune metallica) risalire per erba fino allo spigolo dello spallone.
Su un masso sulla curva c'Ŕ la scritta "spallone" con freccia, e all'attacco c'Ŕ un fittone con la scritta "via Zucchi".

1░ tiro:
strapiombino iniziale delicato, poi per rocce pi¨ semplici stando a sinistra dello spigolo. Individuare la sosta (2 fittoni) su una vaga cengetta sul filo dello spigolo. 50 Mt., IV+, III, 3 fittoni, 1 chiodo.

2░ tiro:
salire obliquando leggermente a destra puntando ad un diedro che termina sotto un tettino. Risalire la parete leggermente a destra del diedro e, sotto il tetto, traversare a sinistra. Poi proseguire obliquando a destra fino in sosta (2 fittoni).
40 Mt., IV, IV+, III+, 2 fittoni, 2 chiodi.

3░ tiro:
alzarsi pochi metri e poi traversare a sinistra fino allo spigolo. Seguirlo fino in sosta (2 fittoni). 35 Mt, III+, 2 fittoni.

4░ tiro:
per facili roccette, stando sulla destra dello spigolo, fino alla sosta (2 fittoni) successiva alla base di una placca. Sosta e tiro successivo in comune con la via Andreino. 30 Mt, II.

5░ tiro:
salire la placca obliquando a sinistra. Proseguire poi per rocce più semplici tornando infine a destra e percorrere un breve canalino detritico fino alla sosta (2 fittoni) a pochi metri dalla cresta. 40 Mt., IV, III, 4 fittoni, 1 chiodo.

A questo punto la via Ŕ finita. Procedere (eventualmente in conserva) lungo il sentiero (leggermente a destra rispetto all'uscita della via) che porta in prossimitÓ del "Canalone della lingua". Si Ŕ ora sulla Cresta Segantini: seguirla fino ad un intaglio, ove si scende alcuni metri con facile arrampicata (II o fittone per la calata). Da qui è possibile:
-seguire il sentiero verso destra evitando di raggiungere la vetta e ricongiungendosi in breve alla Cresta Cermenati;
-salire sulla parete di fronte con un ultimo tiro di corda (35 Mt., III+, 3 fittoni) e poi procedere facilmente fino in vetta alla Grignetta.
Discesa
Seguire il facile e segnalato sentiero della Cresta Cermenati (n. 7) che in circa 1 ora riporta ai Piani Resinelli.
Note
Itinerario da non sottovalutare in quanto dopo il termine della via è obbligatorio percorrere il tratto finale della Cresta Segantini che, pur non presentando particolari difficoltà tecniche, può causare dei problemi a chi non si sente sicuro a procedere slegato o non ha dimestichezza con le tecniche della progressione in conserva.
Periodo consigliato primavera (possibile presenza di neve sul sentiero di avvicinamento e sulla Cresta Segantini) e autunno.
Commenti vari
Si tratta di una bella via in ambiente. Seguire la Cresta Segantini fino in vetta alla Grignetta Ŕ sicuramente gratificante.
Altre ripetizioni
Luca e Matteo con Giulia e Marco l'11 ottobre 2015 concatenando la via Raffaella.
   

Ingrandisci

Ingrandisci

Bertoldo fuma la pipa in vetta alla Grignetta

Luca, assorto nei pensieri...e nel fumo...

   

Ingrandisci

Dettaglio della parete con i primi tiri della Via Zucchi (e qualche cordata...)

 
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.