Piccola Dallas - Via In Ricordo di Ale

 
Zona montuosa Prealpi Trentine - Valle del Sarca LocalitÓ di partenza Arco (TN)
Quota partenza 110 Mt. circa Quota di arrivo

260 Mt. circa

Dislivello totale +30 Mt. circa per l'attacco
+120 Mt. la via (135 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati n. 667
Ore di salita 10' per l'attacco
2 h.
Ore di discesa 20'
Esposizione Nord-ovest Giudizio sull'ascensione Molto bella
Data di uscita 14/08/2014 Difficoltà 6b/6a, A0
Sass Bal˛ss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Anita, Diego.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

La via è stata salita nel pomeriggio a seguito di un susseguirsi di deboli piogge e schiarite. Il sentiero che conduce all'attacco è evidente ma transita per un breve tratto in una proprietà privata. La roccia è ottima lungo tutta la via ma occorre verificare alcune prese prima di utilizzarle.

Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Nessuno. L'abitato di Arco è vicinissimo.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Solito da arrampicata. Portare 18 rinvii per il terzo tiro.
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Via aperta in solitaria da Nicola Mantovani nel settembre del 2013 che sale lungo la parete denominata "Piccola Dallas" (il nome trova origine nell'omonima pizzeria posta quasi di fronte alla struttura).
La parete fu scoperta da Paolo Calzà (Trota) che aprì diverse vie, forse mai ripetute. L'itinerario più conosciuto è certamente "Ottovolante" aperto da Giuseppe Mantovani.
Attacco, descrizione della via
Da Arco di Trento imboccare la strada statale 45bis che risale la valle in direzione di Sarche. Appena fuori dal paese e subito dopo il semaforo svoltare a destra (un cartello indica la pizzeria Piccola Dallas e dei segnavia CAI le grotte di Patone).
Parcheggiare dopo pochi metri sulla destra a bordo strada (nella parete sono presenti diverse grotte scavate e utilizzate come magazzini).
Proseguire lungo la strada e al primo bivio tenere la destra. Superare un'abitazione (i pilastri che sorreggono il cancello, sono sormontati da due leoni) e poco dopo imboccare il sentiero sulla destra.
Un cancello bianco (a volte aperto, a volte chiuso - proprietà privata) consente di guadagnare un sentiero che ripido conduce alla base della parete (falesia). Costeggiare la parete verso destra sino all'attacco della via (targhetta metallica con la scritta "in ricordo di ale").

1° tiro:
rimontare la placca e traversare verso destra. Proseguire in verticale sino alla sosta (2 fix). Una corda fissa agevola gli ultimi metri, dove della terra infastidisce l'arrampicata. 20 Mt., 4c, 4 fix.

2° tiro:
superare il muretto uscendo a sinistra. Proseguire in obliquo verso destra per facili rocce. Sostare in corrispondenza di un albero (1 fix+albero). 25 Mt., 5c, 5a, 5 fix, 2 piante con cordone.

3° tiro:
salire il bel diedro e poco prima del suo termine traversare a destra. Un muretto verticale precede la sosta (2 fix). Allungare bene le protezioni. 50 Mt., 5b, 5c, 17 fix, 1 sosta intermedia su 2 fix (scomoda).

4° tiro:
traversare a sinistra e salire l'atletico diedro. Proseguire in placca spostandosi un paio di metri a sinistra per poi ritornare a destra raggiungendo così la sosta (2 fix). 20 Mt., 6b oppure 5c e A0, 10 fix.

5° tiro:
traversare a sinistra e proseguire in verticale sfruttando delle piccole lame sulla destra. Raggiunta la sommità sostare (albero+libro di via). 20 Mt., 6a, 5 fix, 1 cordone su pianta.
Discesa
Attraversare il bosco superando diversi sali-scendi sino ad imboccare il comodo sentiero (n. 667) che scende verso destra. Raggiunta la strada statale in breve ritornare alla macchina
.

Altre ripetizioni
La via è stata dipetuta da Luca e Matteo con Alessandro, Diego e Sabrina il 28 marzo 2016.
   

Ingrandisci

Ingrandisci

Anita sulla prima lunghezza

Il muro del secondo tiro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Diego sul diedro di 6b del quarto tiro

La parete Piccola Dallas con tracciato della via In ricordo di Ale

   
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.