Parete di Padaro - Via Pi Greco Mezzi

 
Zona montuosa Prealpi Trentine - Valle del Sarca Località di partenza Frazione Padaro - Arco (TN)
Quota partenza 400 Mt. circa Quota di arrivo 620 Mt. circa (termine della via)
Dislivello totale +100 Mt. circa per l'attacco
+120 Mt. la via (145 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati Non numerati
Ore di salita 25' per l'attacco
4 h. 30' la via
Ore di discesa 20' le doppie
20' il sentiero fino alla macchina
Esposizione Est Giudizio sull'ascensione Molto bella
Data di uscita 29/08/2014 Difficoltà 6a, A2
Sass Balòss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Davide M.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata soleggiata e molto calda. Il sentiero che conduce all'attacco di svolge lungo delle deboli tracce ma il grande tetto che caratterizza la via funge da punto d'orientamento. La roccia ottima lungo tutta la salita.

Eventuali pericoli
Soliti d'arrampicata in ambiente.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Nessuno, anche se l'abitato di Padaro è praticamente sotto la parete.
Materiale necessario oltre al tradizionale

Normale materiale per arrampicata su roccia. Necessari 26 rinvii e due staffe e fiffi per ogni componente della cordata. Friend e dadi sono inutili mentre sono fondamentali due mezze corde per la discesa in doppia.

Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Simpatico itinerario aperto da Diego Filippi e Matteo Paoletto nel 2008 che supera il tetto a boomerang della parete che sovrasta l'abitato di Padaro. Il tiro del grande tetto è molto bello e richiede di particolare attenzione nella posa dei rinvii: gli attriti sono, infatti, notevoli.
La discesa avviene poi in corda doppia circa 50 metri a sinistra della via.
Attacco, descrizione della via

Da Arco di Trento imboccare la strada che sale verso gli abitati di Padaro e San Giovanni. Raggiunte le case di Padaro piegare a sinistra, attraversare il paese e posteggiare nei pressi di una baita alle cui spalle ci sono diversi uliveti (termine della strada). La parete, con il suo caratteristico tetto, è ben visibile.
Imboccare la traccia di sentiero che costeggia la baita e il relativo uliveto. Un ghiaione (qui la traccia diviene molto evidente) consente di raggiungere il bosco situato alla base della parete. L'attacco è posto sotto la verticale del grande tetto, in corrispondenza di un fix con cordone.

1 tiro:
salire le facili rocce verso destra e spostarsi a sinistra in direzione di una pianta. Proseguire per placca dietro la pianta (fix nascosto dai rami) e traversare lungo una placca a gocce a sinistra. Una lama consente di guadagnare la sosta (1 fix+1 golfaro+cordone).
20 Mt., 5c, 6a, 4 fix, 1 pianta con cordone.

2° tiro:
traversare a destra e salire in obliquo mediante il diedro fessurato. Un facile muretto conduce alla sosta (1 fix+1 golfaro+cordone) posta alla base di una placca nerastra. 20 Mt., 5c, 4 fix.

3° tiro:
seguire il lungo diedro strapiombante sino a raggiungere la sosta (2 fix+1 golfaro+cordone) sotto il grande tetto. Presente libro di via.
40 Mt., A1, 25 fix.

4° tiro:
traversare verso sinistra e, dove il tetto presenta un gradone, iniziare ad attraversarlo. Raggiunto il termine del tetto proseguire in verticale sino a raggiungere la comoda sosta (1 fix+1 golfaro+cordone). Prestare attenzione agli attriti delle corde.
40 Mt., A1, A2, A1, 26 fix.

5° tiro:
proseguire in verticale sino ad uscire su di una cengetta. Qui spostarsi a sinistra e, raggiunta una zona erbosa, salire sino ad entrare nel bosco. Sosta da attrezzare (albero). 25 Mt., A1, 7 fix, 1 radice con cordone.
Discesa
Traversare a sinistra stando a ridosso della parete rocciosa (non salire ma traversare in quota). I bolli rossi condurranno alla prima sosta di calata:
1a. calata: 20 Mt., scendere e raggiunta una cengia con vegetazione spostarsi a sinistra (viso a monte)
2a. calata: 40 Mt., la sosta (appesa) si trova leggermente a destra
3a. calata: 55 Mt., sino alla base della parete
Da qui per facile traccia si ritorna in breve alla macchina.

Clicca per visualizzare lo SCHIZZO DELLA VIA
(Disegno di Diego Filippi)
   

Ingrandisci

Ingrandisci

Primo tiro. Una bellissima placca a gocce conduce in sosta

Terzo tiro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Davide sulle staffe lungo la terza lunghezza

Will sull'impegnativo quarto tiro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Davide alla terza sosta assicura Will

Il tetto ad arco di estende per 10 metri

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Ultima breve lunghezza

La parete di Padaro col tracciato della via Pi Greco Mezzi