Monte di Mezzocorona Sentiero attrezzato Burrone Tullio Giovanelli

 
Zona montuosa Prealpi Trentine LocalitÓ di partenza Ischia di Mezzocorona (TN)
Quota partenza 229 Mt. Quota di arrivo 891 Mt. (Monte di Mezzocorona)
Dislivello totale +50 Mt. avvicinamento
+390 Mt. la ferrata
+222 Mt. per Spiazzi di Monte
Data di uscita 09/06/2013
Ore di salita 20' per l'attacco
2 h. per la ferrata
40' per Spiazzi di Monte
Ore di discesa 1 h. 30' da Spiazzi di Monte
1 h. dal termine della ferrata
Sentieri utilizzati n. 505 Giudizio sull'escursione Bella
Esposizione Sud Difficoltà EEA
Sass Balòss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Luca.
Condizioni climatiche, dei sentieri e delle ferrate

Giornata inizialmente incerta che è precipitata con le prime ore del pomeriggio per via di un temporale. I sentieri che si percorrono sono evidenti e la ferrata presenta funi metalliche in ottime condizioni.

Eventuali pericoli
In ferrata è assolutamente vietato cadere... le conseguenze potrebbero essere fatali per via del fattore di caduta molto alto. La ferrata presenta alcuni tratti di sentiero abbastanza esposto privi di cavo metallico. Alcuni tratti possono essere bagnati e quindi scivolosi.
Presenza di acqua
Alla Baita dei Manzi (858 Mt.) è presente una fontana.
Punti di appoggio
Baita dei Manzi (858 Mt.), l'abitato di Spiazzi di Monte (891 Mt.)
Materiale necessario oltre al tradizionale
Caschetto, imbracatura e set da ferrata completo di dissipatore.
Caratteristiche dell'escursione

Descrizione generale
Interessante ferrata molto varia e suggestiva che si snoda all'interno della gola che sovrasta Mezzocorona e dove scorre il torrente Meria.
L'itinerario si snoda sia in parete aperta che all'interno del burrone regalando bellissimi panorami.
La ferrata è stata fortemente voluta (e finanziata) dal medico condotto di Mezzocorona Dottor Tullio Giovanelli nel 1906 e a lui è stata dedicata nel 1941.

Attacco della ferrata
Raggiungere la località di Ischia di Mezzocorona (230 Mt. - presente una palina indicativa in corrispondenza del parcheggio) situata a circa 2,5 Km. a nord di Mezzocorona (direzione val di Non - presenti lungo la strada delle paline CAI "Burrone").

Descrizione della ferrata
Imboccare il sentiero che in breve conduce ad un bivio. Qui è possibile seguire il sentiero a sinistra (indicazioni "difficile" - presente una scala di 10 Mt.) oppure prendere il sentiero di destra e agganciarsi alla ferrata pochi metri dopo la sommità della cascata (evitando così la lunga scala).
Proseguire lungo un sentiero che si snoda in parete aperta e che consente di portarsi dopo circa 130 Mt. di dislivello all'interno del canyon vero e proprio.
Per scale e pioli raggiungere una zona più adagiata che si supera senza particolari difficoltà godendo di un ambiente mozzafiato. Una successiva sequenza di scale consente di raggiungere una zona boscosa. Proseguire lungo un percorso logico sino ad incrociare una strada. Qui è possibile scendere a valle lungo la carrozzabile (tenere la sinistra - viso a monte), oppure proseguire nel bosco lungo un sentiero che si ricongiunge alla strada strada carrozzabile più a monte. Tenere la destra (viso a monte) e raggiungere la Baita dei Manzi (858 Mt.). Proseguire lungo la strada (Strada delle Longhe) sino a raggiungere la località Spiazzi di Monte (891 Mt.).
Discesa
Da Spiazzi di Monte esistono diverse possibilità di discesa:
1a.- Scendere mediante la funivia all'abitato di Mezzocorona e tramite strade di paese raggiungere Ischia di Mezzocorona. Calcolare 45' dalla stazione bassa al parcheggio.
2a.- Dalla stazione della funivia imboccare il sentiero n. 504 che in circa 1 h 45' conduce alla stazione bassa della funivia. Da qui rientrare al parcheggio con ulteriori 45' circa.
3a.: Rientrare alla Baita dei Manzi e mediante la strada carrozzabile (forti pendenze) rientrare al parcheggio. Soluzione da noi adottata - tempi indicati in tabella.

Note
Prima di ridiscendere a valle abbiamo proseguito sino a raggiungere il rifugio Baita Kraun (1222 Mt. - sentiero n. 507 - 50'). Le indicazioni sono abbondanti e sarà impossibile perdersi.
   

Ingrandisci

Ingrandisci

Luca sulla prima parte della ferrata

Poco prima di addentrarsi nel burrone vero e proprio

   

Ingrandisci

Ingrandisci

L'attraversamento del torrente Meria

Risalendo la forra s'incontrano diverse cascate...

   

Ingrandisci

... e la ferrata le costeggia

   

Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.