Bivacco Manzi-Pirotta

 
Zona montuosa Alpi Retiche Meridionali Località di partenza Fraz. San Martino - Val Masino (SO)
Quota partenza 930 Mt. Quota di arrivo 2540 Mt.
Dislivello totale +1600 Mt. Data di uscita 13/10/2002
Ore di salita 5 h. Ore di discesa 3 h.
Sentieri utilizzati non numerati Giudizio sull'escursione Bella
Sass Balòss presenti Omar, Gölem Difficoltà EE
Condizioni climatiche e dei sentieri
Sentieri in ottima condizione, tranne nell'ultima parte, da Casera Torrone, quando divengono poco chiari e occorre prestare molta attenzione a non sbagliare traccia e serve un poco più di prudenza nel procedere su terreno accidentato.
Eventuali pericoli
Nessuno
Presenza di acqua
All'inizio camminate a fianco del torrente  Masino, poi trovate il  torrente che scende dalla Val Torrone. All'inizio incontrerete anche il rifugio (per così dire...) Luna Nascente, dove potrete rifornirvi di acqua, sempre che il gestore non vi mandi a quel paese...
Punti di appoggio
Il rifugio Luna Nascente dopo pochi minuti di cammino e ovviamente il bivacco Manzi, dotato di 9 posti letto.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Nessuno.
Caratteristiche dell'escursione
Descrizione generale
Faticosa camminata con un importante dislivello, la classificazione EE è legata esclusivamente a questo. Bellissimo l'ambiente nei dintorni del bivacco, fatto da pareti di granito ed ardite ed aguzze cime.
Descrizione percorso
Da San Martino, si entra nella bellissima Val di Mello. Si prosegue fino all'ampio parcheggio sterrato (raggiungibile in auto, tranne che nella stagione estiva) e lasciata l'auto si cammina sul comodo sentiero che pianeggiante si inoltra tra limpide acque e l'ombra di varie piante. Ogni tanto si scorgono le lontane ma bellissime pareti granitiche. Si continua a camminare percorrendo la valle fino a superare le baite in località Rasica. Da qui si entra nel bosco per uscirne in prossimità del ponte che attraversa il torrente Torrone che scenda dall'omonima valle. Appena prima di salire sul ponte si devia a sinistra seguendo un labile sentiero che risale la valle rimanendo a sinistra del torrente. Inizialmente tra cespugli, poi in un bosco, si prosegue fino a giungere al cospetto di alte e ripide pareti rocciose. Superato un ripido canale sfasciumato si esce dal bosco ed entriamo nei pascoli in località Casera Torrone (2000 Mt. ca). Da qui la segnaletica diviene scarsa. Il sentiero, rimanendo al centro della valle, supera tratti erbosi alternati da affascinanti ed inconsuete placche rocciose appoggiate. Si continua in un ambiente bellissimo con la vista delle cime granitiche in lontananza, fino ad incrociare il famoso sentiero Roma. Lo si segue verso destra fino ad un dosso roccioso. In prossimità di una selletta a monte di questo, sorge il piccolo bivacco metallico (visibile da lontano).
Discesa
La discesa segue i sentieri fatti in salita.
Note
Il bivacco è di proprietà del CAAI Gruppo Centrale n. 02/86463516, possiede 9 posti letto, è aperto permanentemente e dotato di coperte.
Commenti vari
Se possibile, scegliete di fare questa escursione nel periodo autunnale, quando i colori caldi di questa stagione esaltano al massimo la bellezza e le caratteristiche della zona sia di fondovalle che quella attorno al bivacco.
Placche rocciose
Placche rocciose
   
Ingrandisci
Ingrandisci

Riposo dopo la parte ripida iniziale

   
Ingrandisci

Pascoli assolati, cornici di granito

 
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.