Piccolo Lagazuoi/Il Trapezio - Via Maurizio Speciale

 
Zona montuosa Dolomiti - Gruppo di Fanis LocalitÓ di partenza Passo Falzarego (BL)
Quota partenza 2150 Mt. circa Quota di arrivo 2550 Mt. circa
Dislivello totale +100 Mt. circa per l'attacco
+300 Mt. la via (395 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati Sentiero dei "Kaiserjäger"
Ore di salita 20' per l'attacco
4 h. la via
Ore di discesa 45'
Esposizione Ovest Giudizio sull'ascensione Ottima
Data di uscita 08/08/2010 Difficoltà V, V+
Sass Balòss presenti
Luca.
Amici presenti

Claudia.

Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata abbastanza fredda per la stagione. Il sentiero di avvicinamento è corto e bene evidente, quello di discesa è esposto nella prima parte ma una volta raggiunto il sentiero "Kaiserjäger" è semplice. La roccia in via è ottima se non eccezionale.

Eventuali pericoli

Soliti d'arrampicata in ambiente.

Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Al passo Falzarego, e nelle sue immediate vicinanze, ci sono il rifugio Falzarego (2105 Mt.) ed altre strutture.
Materiale necessario oltre al tradizionale

Normale materiale per arrampicata su roccia. Portare un po' di cordini per le numerose clessidre presenti. Eventualmente un piccolo assortimento di friend (0.3, 0.4, 0.5, 1 Camalot).

Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Itinerario aperto nel 1986 da M. Doglioni, G. Signoretti, A. Zannini e M. Barbiero.
Questa via è una della salite più belle e conosciute dell'intera zona attorno al passo Falzarego. Le lunghezze che si svolgono lungo la colata nera hanno roccia eccezionalmente ruvida e solida che ricorda quella della via Decima in Moiazza. La terza lunghezza è molto verticale, continua ed entusiasmante. Più difficili tecnicamente le ultime due lunghezze. A metà via è possibile uscire sulla sommità del "Trapezio" verso destra.
Attacco, descrizione della via

Raggiungere il Passo Falzarego, superare il posteggio della funivia e proseguire verso il passo Valparola. Parcheggiare in prossimitÓ del forte 'Ntra i Sass, prima di raggiungere il lago Valparola. Da qui si stacca l'evidente sentiero dei "Kaiserjäger" che sale verso la parete ovest in direzione Falzarego. Lasciare il sentiero quando si è ormai vicini alla parete puntando all'evidente grotta a pochi metri da terra. La via attacca nel canalino/diedro appena a destra della grotta. Alcuni metri più a destra attacca la via del Tetto.

1░ tiro:
salire il diedrino iniziale obliquando poi verso destra,infine per rocce semplici fino ad uno spuntone dove si attrezza la sosta.
40 Mt., IV-, IV, III.

2° tiro:
traversare a sinistra per 4-5 Mt., poi salire in verticale fino a raggiungere la sosta (spuntone con cordone). 20 Mt., IV.

3° tiro:
proseguire dritti sulla linea della colata nera sempre molto verticale sino alla sosta (clessidra con cordone e anello di calata + altre clessidre da poter collegare). 45 Mt., V-, V, IV+, 7/8 clessidre con cordone.

4° tiro:
continuare per la colata nera che dopo i primi metri si appoggia. Seguire ora una rampetta verso destra fino all'inizio della terrazza detritica dove si sosta (clessidra con cordino). 45 Mt., IV+, III.

5° tiro:
salire la terrazza detritica puntando alla base di una colata nera sulla parete di fronte. Si sosta (chiodo+clessidra con cordino) appena a sinistra della colata. 45 Mt., I, III .

6° tiro:
salire il diedrino sul bordo sinistro della colata nera, poi spostarsi verso sinistra per 4-5 Mt. Seguire una fessurina per alcuni metri ed infine obliquare a destra fino alla cengia sulla quale si trova la sosta (chiodo cementato con anello). 50 Mt., IV-.
Da qui è possibile uscire dalla via, proseguendo sulla cengia verso destra (ometti, vedi note a fine relazione).

7° tiro:
alzarsi sopra la sosta poi obliquare a sinistra su detriti. Sosta da attrezzare su spuntone o friend. 60 Mt., IV-, II.

8° tiro:
proseguire ancora su detriti verso sinistra per pochi metri,
poi obliquare a destra su una rampa inclinata sotto la fascia strapiombate fino a raggiungere la sosta (clessidra con cordone). 20 Mt, III.

9° tiro:
salire in obliquo a sinistra e superare lo strapiombino nero. Spostarsi 2 Mt. a sinistra e salire la placca fino alla larga cengia. Traversare a sinistra per 8-10 Mt. fino alla sosta (2 chiodi collegati con cordini) sotto l'evidente fessura strapiombante.
35 Mt., IV, V+, V, I, 4 chiodi, 1 clessidra con cordone.

10° tiro:
salire la netta fessura strapiombante poi in verticale per rocce più semplici fino a una cengia. La si segue verso destra fino a un chiodo arancione dove si sosta. 35 Mt., V+, IV, I, 1 clessidra con cordoni.
Discesa
Seguire la traccia inizialmente in salita con qualche ometto. Si prosegue in traverso esposto verso destra (direzione Falzarego). Infine si raggiunge il sentiero dei "Kaiserjäger" che si segue in discesa fino al parcheggio.
La discesa da noi seguita non è quella indicata sulla guida del Bernardi. Avremmo dovuto seguire un canale in discesa (II-III) invece di continuare a traversare verso destra congiungendosi col sentiero dei "Kaiserjäger".

Commenti vari
Il primo tiro può essere aggirato verso destra salendo sul ghiaione e poi per cengia.
Note

E' possibile abbandonare la salita in corrispondenza della sesta sosta seguendo la cengia verso destra. Al termine della cengia scendere un canalino (10 Mt., II) fino ad un ancoraggio (2 chiodi con maglia rapida collegati da un cordino marrone poco visibile) dal quale si effettua una doppia di 25 Mt. Continuare lungo la traccia verso destra (sempre viso a monte) sino a raggiungere il canalone ghiaioso che riporta al parcheggio.

Pubblicazioni

Questa relazione è stata inserita nella guida ARRAMPICARE Dolomiti nord-orientali vol.1 edita da ViviDolomiti.
Clicca sull'immagine qui sotto per accedere alla pagina web ViviDolomiti edizioni - libri di montagna e acquistarne direttamente una copia.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Sul traverso iniziale della seconda lunghezza

Lo spettacolare terzo tiro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Terzo tiro sempre verticale fino alla fine

Lo strapiombino della nona lunghezza

   

Ingrandisci

Ingrandisci

La placca del nono tiro dopo lo strapiombino

Fessura strapiombante all'inizio della decima lunghezza

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Il ponte sul sentiero di discesa

La parete Ovest del Piccolo Lagazuoi con i tracciati delle vie:
Maurizio Speciale e del Tetto