Cima di Grem

 
Zona montuosa Alpi Orobie - Sottogruppo dell'Arera Località di partenza Zambla Alta (BG)
Quota partenza 1100 Mt. Quota di arrivo 2049 Mt.
Dislivello totale +949 Mt. (qualche metro in più per via dei sali-scendi) Data di uscita 28/03/2004
Ore di salita 3 h. Ore di discesa 2 h.
Sentieri utilizzati n. 223 Giudizio sull'escursione Bella
Sass Balòss presenti Omar, Gölem, Luca Difficoltà EE
Amici presenti
Marcello, Nicola.
Condizioni climatiche e dei sentieri
20-30 cm di neve fresca e farinosa nella prima parte del sentiero. 40-50 cm lungo la cresta finale. Giornata inizialmente soleggiata e fresca, poi nebbia e caldo. Presenza di varie piccole slavine del giorno prima.
Eventuali pericoli
I due canaloni affrontati sono da evitare se la neve non si è assestata o già scaricata. Occhio alle cornici lungo la cresta.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Alla partenza c'è un bar, usciti dal secondo canale si vede una baita a circa 1620 Mt. di quota.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Solito da neve, utili i ramponi.
Caratteristiche dell'escursione

Descrizione generale
La Cima di Grem si stacca dalla Cima Foppazzi spingendosi verso sud con un lungo e largo costolone erboso. Primi pezzi nel bosco poi in ambienti aperti e prativi. La cresta del monte è ampia e mai ripida.

Descrizione
percorso
Lasciata l’auto al parcheggio al termine della strada asfaltata in prossimità di in bar, ci si incammina su una strada sterrata pianeggiante che poco dopo perde quota. Al primo bivio si prende a sinistra seguendo le indicazioni per la Cima di Grem. Si entra nel bosco in falso-piano fino ad un secondo bivio dove si ignora la freccia “baite del Grem”. Arrivati ad un capanno per cacciatori il sentiero sparisce. Si continua nel bosco fino ad incontrare una bella fascia rocciosa che sbarra il cammino, la si risale rimanendo al suo fianco all’interno di un canale con pendenze di 30° circa fino ad un ripiano. Qui si continua a salire seguendo il canale fino ad incrociare una traccia che proviene da sinistra. La si segue verso destra in piano fino ad arrivare ad un secondo canale più ampio e continuo, rotto a metà da un salto roccioso facilmente evitabile sulla sinistra. Lo si risale fino in cima, dove si trova il tratto più ripido di 30-35° lungo circa 20-30 Mt.
Nel complesso il primo canale risale circa 150 Mt. ed il secondo canale risale circa 250 Mt.
Sbucati sul pianoro si segue la cresta del monte rimanendo lontani da eventuali cornici ed evitando un intaglio roccioso della stessa nella parte iniziale. Giunti all’antecima, si prosegue quasi in piano fino all’ultimo strappo sotto la croce. Per la discesa si consiglia di evitare i canali, per cui seguire il sentiero 223 fino alla baita nel pianoro, da qui si scende fino a delle miniere sotto la baita, fino ad incrociare il detto sentiero. Seguirlo fino alla macchina. Arrivati all’imbocco del primo canalone fatto in salita, si prosegue dritti e si sbucherà all’incrocio dove c’era la freccia ignorata in salita “baite del Grem”.

Note

Nata come un escursione su sentieri innevati, si è ben presto trasformata in una mega ravanata su canali innevati, ma proprio per questo divertente.

Commenti vari

A volte, sbagliare sentiero rende più bella un’uscita. Basta avere fiducia, pazienza e intuito. Un bravo al Nicola, occhiali persi a parte...

   
Ingrandisci
Ingrandisci
Gölem
Cima Grem
   
Ingrandisci
Ingrandisci
La valle del riso
Cresta finale
   
Ingrandisci
Ingrandisci
Foto di Vetta con, da sinistra, Gölem, Luca, Omar, Marcello
Luca e Omar in discesa