Croda di Re Laurino - Via Eisenstecken

Zona montuosa Dolomiti - Gruppo del Catinaccio LocalitÓ di partenza Malga Frommer - Nova Levante (BZ)
Quota partenza 1740 Mt. Quota di arrivo 2741 Mt.
Dislivello totale

+597 Mt. dal parcheggio al rif. (possibilità funivia)
+54 Mt. dal rifugio all'attacco
+350 Mt. la via (385 lo sviluppo)

Sentieri utilizzati n. 2C, 550, ferrata Santner
Ore di salita 1 h. 40' dal parcheggio al rifugio
50' dal rifugio all'attacco
4 h. 30' la via
Ore di discesa 1 h. 15' fino al rifugio
1 h. 15' dal rifugio al parcheggio
Esposizione Ovest Giudizio sull'ascensione Ottima
Data di uscita 16/08/2011 Difficoltà VI/V+, A0
Sass Balòss presenti

Luca.

Amici presenti

Claudia.

Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata serena con temperature gradevoli. I sentieri che si percorrono sono ben segnalati ed in ottimo stato; solo l'ultimo pezzo dell'avvicinamento è una leggera traccia. La roccia in via è ottima

Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata.
Presenza di acqua
A pochi metri dall'attacco vi è una piccola sorgente ma potrebbe essere difficile riempire la borraccia.
Punti di appoggio
Rifugio Aleardo Fronza alle Coronelle 2337 Mt., rifugio Passo Santner 2741 Mt.
Materiale necessario oltre al tradizionale

Solito da arrampicata in ambiente. Inutili i chiodi. Portare cordini ed una serie di friend (da 0.3 a 3 Camalot) per integrare.

Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Via aperta da Otto Eisenstecken, F. Rabanser e J. Sepp il 2 settembre 1946. Segue una linea molto logica di diedri e fessure quasi da non sentire la necessità di consultare la relazione durante la salita. La prima metà della via è caratterizzata da una roccia lavorata dall'acqua, rugosa per l'aderenza delle scarpette ma con appigli un po' arrotondati. Arrampicata sempre abbastanza tecnica.
Attacco, descrizione della via
Da Bolzano salire verso il Passo Costalunga. Qualche chilometro dopo il lago di Carezza prendere la deviazione a sinistra per il Passo Nigra. Seguire la strada fino alla Malga Frommer e l'adiacente impianto di risalita Konig Laurin (solo andata € 8, A/R € 12, con tessera CAI € 7/11). Raggiungere il rifugio A. Fronza alle Coronelle mediante il sentiero o con l'impianto di risalita.
Dal rifugio seguire il sentiero n. 550 per la ferrata Santner. Superare il primo risalto roccioso e poi percorrere il lungo cengione verso sinistra in leggera discesa. Quando la ferrata inizia a risalire per roccette non seguirla ma continuare a traversare a sinistra per traccia abbastanza evidente. Prestare attenzione ad una piccola sorgente con dei tubi vicino. Qui salire alla base della parete, sulla sinistra di un evidente pilastro. Ometto e una forchetta all'attacco.

1░ tiro:
salire mediante una fessura inizialmente obliqua verso destra, poi dritta fino alla sosta (1 clessidra con cordone). 30 Mt., IV+, IV.

2° tiro:
per rampetta spostandosi un po' a destra (non raggiungere il pilastro). Superare un muretto con spostamento verso sinistra, poi dritti per un largo caminetto che conduce alla base di due fessure parallele dove si sosta (2 clessidre+1 chiodo+cordoni).
45 Mt., III, IV+, 5 chiodi.

3° tiro:
salire sfruttando la fessura di destra fino a quando diventa camino. Spostarsi sulla sinistra e salire fino alla sosta (1 chiodo+1 clessidra +cordoni). 25 Mt., IV+, V-, III, 2 chiodi.

4° tiro:
per facili gradoni salire andando verso destra in direzione di un diedro. Sostare (2 chiodi) circa 4 metri a sinistra del diedro. 30 Mt., II.

5° tiro:
spostarsi a destra e salire il bel diedro fino alla grotta dove si sosta (clessidra con cordone). 20 Mt., IV+, 1 chiodo.

6° tiro:
uscire dalla grotta a destra con passo strapiombante, poi seguire il bel diedro che piega verso destra fino al pulpito di sosta (3 chiodi+1 clessidra+cordoni) posto alla base di un muro inciso da una netta fessura. 50 Mt., V+, IV, 5 chiodi (2 dei quali vicini).

7° tiro:
seguire la fessura fin sotto lo strapiombo, vincerlo sulla sinistra e proseguire per diedrino fino al terrazzino dove si sosta (1 chiodo+1 clessidra+cordoni+1 chiodo vicino). 40 Mt., V+, VI oppure A0, V+, V, 1 chiodo, 2 cunei, 1 clessidra con cordone.

8° tiro:
traversare 2 metri a sinistra poi salire verso destra raggiungendo la fessura che si segue fino al suo termine. Per rocce facili verso destra si raggiunge un comodo punto di sosta (2 chiodi non vicini). 40 Mt., III+, V, IV, III, 2 chiodi.

9° tiro:
alzarsi un po' verso destra e poi traversare sempre verso destra puntando ad una specie di forcella formata da uno spuntone dove si sosta (1 chiodo con cordino). 30 Mt., II, III.

10° tiro:
piegare leggermente a sinistra e poi dritti per rocce via via più semplici fino ad una cengia dove si sosta (1 chiodo).
30 Mt., III.

11° tiro:
spostarsi a destra e superare una placchetta grigia, poi per cresta fino alla sommità della croda sbucando proprio di fronte al rifugio Passo Santner. Attrezzare una sosta su spuntone. 45 Mt., IV, III, II.
Discesa
Dal rifugio Passo Santner salire verso destra fino a raggiungere i primi cavi della ferrata mediante la quale avviene la discesa.
Il percorso della ferrata non Ŕ tutto attrezzato con cavi metallici ma i bolli, le "S" di colore rosso e la roccia molto levigata di colore giallo luccicante impediscono di perdersi. Ci sono brevi tratti in salita.
La ferrata riporta sul cengione dal quale si Ŕ transitati durante l'avvicinamento. Lo si percorre a ritroso tornando al rifugio Fronza.

Pubblicazioni

Questa relazione è stata inserita nella guida ARRAMPICARE Dolomiti nord-occidentali vol.1 edita da ViviDolomiti.
Clicca sull'immagine qui sotto per accedere alla pagina web ViviDolomiti edizioni - libri di montagna e acquistarne direttamente una copia.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Claudia sulla prima lunghezza

Sul secondo tiro spostandosi verso il pilastro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Le due fessure parallele all'inizio del terzo tiro

Il caminetto poco prima della terza sosta

   

Ingrandisci

Ingrandisci

A sinistra Luca ed a destra Claudia impegnati nel diedro della quinta lunghezza

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Il passo chiave sulla fessura del settimo tiro

Sulla fessura dell'ottava lunghezza

   

Ingrandisci

Ingrandisci

La placchetta dell'ultimo tiro

A fine via, già pronti per una birretta al rifugio

   
Ingrandisci
Dettaglio della parete con il tracciato della via
 

Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.