Lago di Cama

Zona montuosa Alpi Retiche LocalitÓ di partenza Cama (Svizzera)
Quota partenza 360 Mt. Quota di arrivo 1237 Mt.
Dislivello totale +900 Mt. circa Data di uscita 18/01/2004
Ore di salita 4 h. Ore di discesa 2 h. 30'
Sentieri utilizzati Unico della Val di Cama Giudizio sull'escursione Bella
Sass Balòss presenti Omar, Gölem Difficoltà E
Condizioni climatiche e dei sentieri
Pioggia alla partenza da casa; fortunatamente arrivati nel Canton Ticino quel giorno non pioveva, tuttavia cielo coperto e temperature abbastanza rigide.
Sentieri ben segnalati.
Eventuali pericoli
Nessuno.
Presenza di acqua
Fontana alla partenza e una lungo il percorso.
Punti di appoggio
Sono presenti due rifugi nei pressi del lago, aperti solo nella stagione estiva (capanna Righetti Cama Miralago ed un altro un poco più discosto dal sentiero).
Materiale necessario oltre al tradizionale
Nessuno, se non un adeguato abbigliamento invernale se si decide come noi di salire in pieno inverno (e magari racchette da neve).
Caratteristiche dell'escursione

Bella escursione molto tranquilla e facile, permette di visitare la selvaggia e sorprendente valle di Cama, nascosta tra i monti del Canton Ticino, e ricca di piacevoli scorci. Gradevolissima la conca in fondo alla valle dove si trova il lago.
Si abbandona l'autostrada Milano-Lugano poco oltre Bellinzona, presso Roveredo, e ci si porta al paesino di Cama. Qui si segue la poco visibile indicazione per il parcheggio della Val di Cama seguendo un stradina che con un ponte oltrepassa l'autostrada giungendo al parcheggio, nei pressi di una fontana e di un gruppo di case rurali.
Da lì si imbocca il sentiero, che sale a tornanti nel bosco, spesso attrezzato con gradini in pietra, si guadagna quota salendo tra faggi e betulle, transitando da una chiesetta in un prato, da punti panoramici e luoghi di interesse (sempre segnalati da cartelli), poi il sentiero si fa meno ripido verso quota 700-800 metri si infila nella Valle di Cama, invisibile dal fondo valle perchè sospesa sopra il fondovalle.
Si passa da una vecchia baita (fontana) e si comincia a percorrere la valle, risalendola. Il sentiero sale molto dolcemente stando sempre nel bosco, presto iniziano le conifere, si costeggia il torrente e si passa dal caratteristico "Sass de la Vegia", due grossi pietroni accatastati l'uno sull'altro sotto i quali passa la traccia. Poi si passa da una sorgente d'acqua, sempre nei pressi di una grossa roccia, si raggiunge poi una piccolissima casetta vicina al torrente.
Da qui il sentiero sale un po' ripidamente nel bosco, tra gli abeti, e si sbuca infine in un prato al termine del quale si trova il rifugio, appena prima del Lago di Cama.

Note
Il sentiero è molto ben tracciato e disseminato, a volte ogni pochi metri, di cartelli indicanti luogo, quota e origine del toponimo. Un po' esagerato ma interessante.
Commenti vari
Abbiamo fatto una fatica boia. L'escursione doveva essere una tranquilla passeggiatina in bassa quota ma giunti a quota 800 Mt., dove inizia la valle vera e propria, abbiamo rinvenuto una presenza notevolissima di neve, che vista la lunghezza del percorso, ha reso necessarie più soste per riprendere il fiato. Il percorso richiede 2 h. 30', noi ce ne abbiamo messe 4. Come sempre i Sass si sono distinti per non fare uso delle racchette da neve, con grande stupore delle poche persone incontrate.
   
Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire
Gölem in posa ieratica e forse pure un po' elvetica...
Il Sass Omar al "Sass de la Vegia"
   
Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire
Giungendo al Rifugio presso il lago di Cama
La consueta foto di gruppo. I veri Sass vanno per monti...
   
Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire
Un Omar stralunato così non lo avevate mai visto
Verso il lago di Cama sepolto dalla neve
   

Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.