Monte Berlinghera

Zona montuosa Alpi Lepontine LocalitÓ di partenza

Località Montagna - Gera Lario (CO)

Quota partenza 940 Mt. Quota di arrivo 1930 Mt.
Dislivello totale 1150 Mt. circaa con i saliscendi Data di uscita 28/02/2015
Ore di salita 4 h. 45' Ore di discesa 3 h.
Sentieri utilizzati n. 4 (Via dei Monti Lariani) Giudizio sull'escursione Buona
Sass Balòss presenti Omar, Gölem Difficoltà EE
Condizioni climatiche e dei sentieri

Giornata nuvolosa, cielo coperto per quasi tutto il tempo, con rari sprazzi di sole. Sentieri innevati per tutto il percorso, con neve molle e poco portante, che ha reso la progressione in certi tratti particolarmente faticosa.

Eventuali pericoli
Nessuno in particolare.
Presenza di acqua
Troverete fontane d'acqua a San Bartolomeo e in località Alpe Pescedo.
Punti di appoggio
La chiesetta di San Bartolomeo (circondata da numerosi villini), e le varie baite della località Alpe Pescedo, poco prima di salire alla Bocchetta Chiaro. Sulla cima della montagna ci sono le rovine del sacrario alle vittime della guerra, rese quasi inservibili dalla caduta di un fulmine, ma almeno riparano un po' dal vento…
Materiale necessario oltre al tradizionale
Nulla. Utili le ciaspole in caso di forte innevamento.
Caratteristiche dell'escursione

Descrizione generale
Interessante escursione a una facile e panoramicissima cima delle prealpi lombarde, che offre vari paesaggi: boschi di abeti e betulle, pinete, pascoli di media quota, lariceti, creste rocciose… Forse sarebbe consigliabile (e anche più breve e meno faticolo) partire direttamente da San Bartolomeo, raggiungibile in auto da Bugiallo... noi abbiamo rinvenuto neve e ghiaccio sulla strada, così abbiamo preferito lasciare l'auto a Montagna, un'altra località sovrastante Gera Lario, posta ad una quota inferiore, ma anche parecchio più distante.
Descrizione percorso
Raggiungere in auto il paese di Gera Lario, in cima al Lago di Como, e da lì salire lungo la bela e stretta stra a tornanti alle località Cerceno
e poi Burano. Proseguire ancora in salita fino a raggiungere, a circa 940 metri di quota, le case in località Montagna, circondate da ampi prati. Nei pressi di un netto tornante verso sinistra si trova un comodo parcheggio. Proseguendo a piedi lungo la strada asfaltata, si percorrono un paio di tornanti, in corrispondenza di quello verso sinsitra è possibile notare, pochi metri al di sotto (ignorare invece la stradina che si stacca esattamente in corrispondfenza del tornante) è indicato il sentiero 4 (Via dei Monti Lariani) che si addentra semipianeggiante nel bosco. Si transita subito sotto ad una casa rurale circondata da un grande prato, poi si entra nel fitto del bosco e si prosegue sempre con andamento rettilineo nerso Nord, in lieve salita. Dopo circa 45-50 minuti il sentiero scende sul fondovalle ad attraversare il torrente che scende dalla valle di Sorico (1000 Mt.), e rimonta sul versante opposto, attraversando subito un altro corso d'acqua, e iniziando a risalire lievemente, ora con direzione rettilinea verso Sud-Est le pendici del Monte Berlinghera. Dopo circa 1 h. 40' dalla partenza (e a circa 1070 Mt. di quota) si giunge a dei prati nei quali sono collocati dei villini vacanze, alcuni anche abbastanza eccessivi in quanto a volumi di cemento. Qui vale la pena di lasciare il sentieto e salire a sinistra, senza percorso obbligato, tra radure e cespugli di erica e ginestra, verso la chiesetta di San Bartolomeo, che si raggiunge (2 h. dalla partenza, ma con progressione molto lenta a causa della neve, 1200 Mt.) subito dopo essere sbucati sulla strada asfaltata che sale da Bugiallo. Dopo avere goduto del bellissimo panorama offerto dallo spiazzo su cui sorge la chiesetta, saliamo a sinistra lungo il sentiero (indicazioni per Alpe di Mezzo, sentiero 4 Alta Via del Lario) addentrandoci in un bel bosco di pini, superiamo le ultime villette, e sbuchiamo su una strada sterrata. Seguire la strada in salita, ora procediamo in direzione Nord, la strada compie due brevissimi tornanti in corrispondenza di una casa riprendendo subito la direzione originaria, infine sbuchiamo sugli ampi pascoli attorno all'Alpe Pescedo, dove è possibile rifornirsi di acqua da una fontana. Proseguire lungo il sentiero, è già possibile vedere in fondo alla vallata la Bocchetta Chiaro, posta sopra le baite dell'Alpe Pescedo, dove portano i cavi dell'alta tensione, e dove campeggia un enorme traliccio con tanto di piccola casetta per la manutenzione incorporata. Dopo le baite la salita si fa più ripida, e sbucati nei pressi della Bocchetta Chiaro (3 h. 30' dalla partenza, 1666 Mt.), non resta altro da fare che seguire la cresta Ovest della montagna in salita verso destra. Noi abbiamo rinvenuto molta neve molle, e non disponendo di ciaspole la progressione è risultata molto lenta e faticosa, esiste comunque una traccia che si inerpica senza difficoltà lungo la cresta, e tra rari larici e qualche piccola roccetta, si perviene dapprima ad una croce, poi, dopo altri 15-20 minuti, alla vetta del Monte Berlinghera (4 h. 45', 1930 Mt.), dove si trovano i ruderi di un sacrario ai caduti della montagna, oggi semidistrutto.
Discesa
Dalla cima del Monte Berlinghera, invece di ritornare alla Bocchetta Chiaro lungo la cresta appena salita, discendere direttamente il ripido costone Sud-Ovest, senza percorso obbligato; in pochi minuti (neve permettendo), scendendo lungo la dorsale Sud tra i radi larici e infine abeti, si sbuca sulla strada-sentiero che si è percorsa in salita. Da lì seguire a ritroso lo stesso itinerario che porta a San Bartolomeo, e infine di nuovo a Montagna.

Note

Davvero bellissima la vista offerta dal Monte Berlinghera sull'alto Lario, da Colico fino alla punta di Bellagio, sul Monte Legnone, nonché su tutte le cime circostanti la bassa Val Chiavenna.

All'inizio della salita, al tornante dove si stacca il sentiero 4 (Via dei Monti Lariani), abbiamo commesso l'errore di seguire la strada più evidente che si stacca esattamente in corrispondenza del tornante, percorrendo dapprima un evidente stradina, la quale però si perde poco dopo un rustico nel bosco; ci siamo trovati così costretti a cercare un percorso nella foresta innevata che portasse al guado del torrente. Molto meglio percorrere il sentiero ufficiale (indicato), che parte pochi metri più in basso del tornante e della stradina (vedi la relazione descritta qui sopra), rimandone sempre parallelo, ma poche decine di metri più in basso.

La lunghezza totale del nostro percorso è stata di circa 15 Km. La nostra velocità media - comprese le soste - 2,0 km/h.

SCARICA IL FILE PER IL GPS

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Salendo alla Bocchetta Chiaro, nei pressi di Alpe Pescedo

Lungo la cresta

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Alla croce prima della vetta

In cima al Monte Berlinghera

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Iniziando la ripida discesa sotto la cima

Da San Bartolomeo una bella vista sul lago, con deltaplanista

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Rilievi GPS

 

Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.