Aiguille du Midi/Sperone dei Cosmiques - Via Rébuffat

 
Zona Montuosa Alpi Graie - Sottogruppo del Monte Bianco LocalitÓ di partenza Chamonix (Francia)
Quota Partenza 1035 Mt. Quota di arrivo 3840 Mt. cima dell'Aiguille du Midi
3795 Mt. stazione funivia
3715 Mt. circa fine via
Dislivello totale

+2745 Mt. per l'Aiguille du Midi (in funivia)
-190 Mt. circa per l'attacco
+110 Mt. la via (150 lo sviluppo)

Sentieri utilizzati Per raggiungere l'attacco si transita sul ghiacciaio
Ore di salita

30' dall'Aiguille du Midi all'attacco
2 h. 30' la via

Ore di discesa - opzione A
(il sentiero è tutto in salita)
40' le doppie
1 h. dal rif. all'Aiguille du Midi
Esposizione Sud-est Giudizio sull'ascensione Ottima
Data di uscita 18/06/2012 Difficoltà VI+/V+, A1
Sass Balòss presenti
Luca.
Amici presenti
Andrea.
Condizioni climatiche, dei sentieri, della neve e della roccia

Giornata abbastanza serena. Il ghiacciaio era in buone condizioni. La roccia in via è ottima.

Eventuali pericoli
Attenzione all'eventuale presenza di crepacci durante l'attraversamento del ghiacciaio.
Procedere sempre assicurati!
Presenza di acqua
Unicamente al rifugio Cosmiques oppure nel ristorante sull'Aiguille du Midi.
Punti di appoggio
Rifugio Cosmiques (3613 Mt.).
Materiale necessario oltre al tradizionale
Normale dotazione alpinistica, ramponi e 1 piccozza. 2 mezze corde e 6-8 rinvii. Una serie di friends per integrare le scarsissime protezioni presenti.
Descrizione dell'ascensione

Descrizione generale
Itinerario aperto da Gaston Rébuffat e Bernard Pierre il 13 agosto 1956. Da non confondere con la più rinomata Rébuffat sul Pilastro Sud-Est. Arrampicata classica principalmente in fessura, mai troppo faticosa, anche se alcuni tratti sono abbastanza verticali. L'unico tratto veramente faticoso è il superamento del tetto nel terzo tiro. La via è attrezzata con pochissimi chiodi lungo i tiri; le soste, tranne una, sono tutte presenti (attrezzate in maniera classica).
Attacco, descrizione della via
Raggiungere Chamonix (Francia) e parcheggiare nei pressi della funivia che sale all'Aiguille du Midi. Salire fino alla stazione a monte. Seguire il percorso uscendo all'esterno della struttura (indicazioni Vallé Blanche), attraversare il ponte sospeso, e raggiungere la galleria scavata nella roccia e nel ghiaccio che permette di raggiungere la nevosa cresta est. Percorrerla in discesa (molto affilata all'inizio) fino a giungere sul plateau del ghiacciaio. La prima grossa parete che si incontra sulla destra è il più frequentato Pilastro Sud-Est dell’Aiguille. Continuare in direzione del visibile rifugio Cosmiques fino alla seconda muraglia rocciosa: lo Sperone dei Cosmiques.
Per l'attacco della via Rébuffat risalire il conoide nevoso che sale verso il bordo sinistro della parete. Al suo termine, in base all'innevamento, potrebbe essere possibile prendere subito un sistema di cenge verso destra (III) oppure percorrere brevemente un diedro (V+) per arrivare alle cenge. Seguire le cenge verso destra fino ad individuare una sosta su fix.
In alternativa è possibile legarsi subito e salire direttamente per rocce a questa sosta (come abbiamo fatto noi).

1° tiro (alternativa al canale):
dove inizia il canale nevoso si forma una specie di avancorpo. Attaccare nel suo punto più basso sul lato sinistro dello spigoletto. Seguire l'andamento di una fessura che sale inizialmente a destra e poi verso sinistra fino alla zona delle cenge. Obliquare leggermente a destra e sostare (2 fix). 25 Mt., IV, V+, III.

2° tiro:
spostarsi verso destra, superare un diedrino e continuare verso destra su grossa lama/rampa fino alla sosta (masso incastrato con cordoni) sotto un tettino. 30 Mt., III, IV, 1 masso incastrato con cordoni.

3° tiro:
salire la fessurina fino a raggiungere il primo tettino. Superarlo facilmente verso destra e proseguire per fessura inclinata verso destra fino alla base del successivo tetto. Superarlo e poi, ancora per fessura, raggiungere la sosta (2 chiodi).
25 Mt., IV+, VI+ oppure A1, IV+, 4 chiodi.

4° tiro:
spostarsi a destra, con una breve lama, alla base delle evidenti fessure da seguire sino alla sosta successiva (2 chiodi).
20 Mt., V, 1 chiodo.

5° tiro:
superare un breve strapiombo e continuare per fessure fino un piccolo ripiano dove si può sostare (da attrezzare su friends).
25 Mt., V+, IV+, 1 chiodo.

6° tiro:
seguire la fessura verso sinistra. Superare un tratto più ripido e poi, per rocce più facili, obiquare verso sinistra fino a raggiungere la sosta (spuntone+cordoni+maglia rapida) sotto al pilastro terminale. 25 Mt., IV, V, III, 1 masso incastrato con fettuccia.
Discesa
Ci sono due possibilità. La prima, in corda doppia, permette di arrampicare leggeri e ritornare facilmente alla base della parete. Soluzione comoda se si pernotta al rifugio Cosmiques. La seconda invece prevede di raggiungere la vicina cresta dei Cosmiques e seguirla fino in cima all'Aiguille du Midi. In questo modo ci si trova già alla stazione della funivia però bisogna avere con se anche gli scarponi, i ramponi e la piccozza e l'itinerario non è rapidissimo.
A - corde doppie - dalla S6, con 4 corde doppie sulla linea della via L'affaire electra (più a sinistra della via Rébuffat, viso a monte), si ritorna in breve sul ghiacciaio a pochi metri dall'attacco della via. Da qui raggiungere il vicino rifugio Cosmiques o risalire fino alla stazione della funivia;
B - cresta Cosmiques (soluzione non testata) - per facili rocce e misto si raggiunge la cima del pilastro. Sosta su cordone, 20 Mt., III. Si sale ora una cresta di neve e si raggiunge la cresta Cosmiques, 50 Mt. Si scende il gendarme (III e misto, 30 Mt.), poi ci si cala in doppia (20 Mt.), si sale ad un terrazzo (III), si scende ancora 10 metri e si sale il canale. Si traversa a destra e si sale alla base del salto finale, fessura (IV+) poi camino (III e misto). Traversare a sinistra, scendere un po' e portarsi alla base di un diedro (III e misto) che si segue per 20 metri, altri 20 metri (III e misto) portano all'uscita. Per la scala delle galline salire direttamente al terrazzo della Midi.

Commenti vari

Salita breve ma molto bella che può essere effettuata, con ottica di acclimatamento, il giorno di arrivo al rifugio Cosmiques in vista di salite più impegnative da fare nei giorni successivi.
Altresì indicata come primo approccio a questo maestoso ambiente del Monte Bianco.

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Andrea all'inizio del secondo tiro

Luca supera il primo tettino sopra la seconda sosta

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Andrea dopo il faticoso tetto della terza lunghezza

L4. Ottime fessure granitiche

   

Ingrandisci

Ingrandisci

A sinistra lo strapiombino all'inizio della quinta lunghezza; a destra la fessura che porta alla quinta sosta

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Luca alla quinta sosta

Andrea alle prese con l'ultimo tiro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Luca e Andrea alla S6

Uno sguardo verso il Monte Bianco

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Lo Sperone dei Cosmiques con il tracciato della via Rébuffat

Panoramica dell'Aiguille du Midi con la cresta dei Cosmiques.
Fonte della foto: http://www.summitpost.org

   

Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.