Rifugio Rosalba dal Sentiero della Direttissima

 
Zona montuosa Alpi Orobie - Gruppo delle Grigne LocalitÓ di partenza Piani Resinelli (LC)
Quota partenza 1278 Mt. Quota di arrivo 1730 Mt.
Dislivello totale +550 Mt. circa (compresi i saliscendi) Data di uscita 10-11/09/2005
Ore di salita

4 h. (in realtÓ sono sufficienti 2 h.)

Ore di discesa 1 h. 30'
Sentieri utilizzati n. 8, 10, 13 Giudizio sull'escursione Molto bella
Sass Balòss presenti Luca, Bertoldo Difficoltà EEA
Amici presenti
Emy, Gianbattista, Marisa, Massimo, Rinaldo, Samuele, Teresa.
Condizioni climatiche e dei sentieri
Tempo incerto durante la salita. In serata ci sono state delle schiarite che hanno permesso di ammirare le spettacolari guglie della Grignetta. La mattina seguente dopo aver incominciato la discesa ha iniziato a piovere. I sentieri sono ben segnalati.
Eventuali pericoli
Alcuni tratti attrezzati presentano dei passaggi esposti.
Attenzione al Caminetto Pagani; dopo aver salito le due scale la roccia è parecchio levigata.
Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Rifugio Porta, rifugio Rosalba (1730 Mt.) ed eventualmente i bar al posteggio dei Piani Resinelli.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Eventualmente imbraco e set da ferrata, non necessario, ma utile se si Ŕ alle prime armi.
Caratteristiche dell'escursione

Descrizione generale
Il rifugio Rosalba è ubicato a 1730 Mt. presso il Colle del Pertusio sulla cresta Ovest della Grignetta tra la Val Monastero e la Val Scarettone. La struttura fu costruita dall'alpinista milanese Davide Valsecchi che lo dedicò alla figlia Rosalba. Il 15 luglio 1906, giorno dell'inaugurazione, Valsecchi lo donò alla sezione di CAI di Milano.
Il sentiero attrezzato della Direttissima è uno dei più suggestivi percorsi delle Grigne. L'itinerario ha inizio dai Piani dei Resinelli e conduce al Colle Valsecchi. Da qui è possibile scegliere se dirigersi verso il rifugio Rosalba o se puntare direttamente alla vetta mediante il Sentiero Cecilia. Il nostro scopo era raggiungere il rifugio Rosalba dove trascorrere una serata in compagnia di amici lasciando la salita alla vetta al giorno seguente, ma le condizioni meteo ci hanno costretto a rinunciare...
Descrizione percorso
Dal parcheggio dei Piani Resinelli seguire le indicazioni per il rifugio Porta. All'inizio vi Ŕ un tratto di ripida salita su strada asfaltata, poi, senza arrivare al rifugio, dove la strada piega a destra (vi Ŕ anche una sbarra) proseguire dritto per sentiero fino ad incontrare una palina del CAI.
Prendere il sentiero di sinistra (n. 8) denominato "Direttissima" (in parte attrezzato con catene e scalette) che taglia il versante meridionale della Grignetta. Dopo aver guadagnato quota si giungerà in prossimità del canalone Caimi. Da qui la salita si svolge su di una ripida costa erbosa fino a giungere a delle placche che conducono ad un sovrastante canalone dove ha inizio il tratto attrezzato.
Dapprima è necessario effettuare una traversata con corda metallica e pioli, poi una volta giunti nel canalone si sale il Caminetto Pagani mediante delle scale.
Da questo punto inizia la Cengia Ferrari con i suoi sali-scendi. Oltrepassare il gruppo del Fungo (che resta sulla sinistra, verso valle) ed il canalone Angelina (o di Val Tesa) che sale alla Guglia Angelina. Si arriverà ad un bivio. Qui una palina CAI indicherà sia verso destra (in salita) che verso sinistra (in discesa) il rifugio Rosalba. Se si segue verso sinistra il sentiero perde quota e costeggia la parete sud della Piramide Casati e poi risale verso il Colle del Pertusio. Noi abbiamo seguito il sentiero di destra che sale in direzione del Colle Valsecchi dove si incrocia il Sentiero Cecilia (n. 10). Dal Colle Valsecchi verso destra è possibile raggiungere la vetta della Grignetta, verso sinistra invece si va verso il Rosalba. Si perde inizialmente quota, poi si costeggia la Torre Cecilia ed infine si giunge al rifugio Rosalba situato sul Colle del Pertusio ed affacciato sulla Val di Monastero e sulla Val Scarettone.
Discesa:
Originariamente avevamo preventivato di raggiungere la vetta il giorno seguente e discendere lungo la Cresta Cermenati (via Normale) ma il brutto tempo ci ha costretto a scendere lungo il Sentiero delle Foppe (n. 13) che conduce in circa 1 h. all'Ex rifugio Alippi.

Note
I tratti attrezzati sono stati sistemati nel settembre 2002 e sono in ottimo stato.
Luca e Matteo hanno percorso anche in discesa il Sentiero della Direttissima per recuperare le macchine. L'ex rifugio Alippi è situato circa 150 Mt. pi¨ in basso rispetto al parcheggio dei Piani Resinelli.
Commenti vari
Dal libro "Grigna Assassina" di Marco Ferrazza edito da CDA Vivalda dedicato alla figura di Eugenio Fasana:
"Nel 1906 Valsecchi decide di costruire un rifugio al Colle del Pertusio; lo intitola alla figlia Rosalba e lo dona alla sezione Cai di Milano. Durante una pausa lavori, sale con un ignaro carpentiere la torre rocciosa che sovrasta il rifugio e decide di dedicarla alla moglie Cecilia che dall'alto veglia sul rifugio: per usare le sue parole 'la mamma che cura la tosa Rosalba'. Nel suo intento di valorizzare questo settore della montagna attrezza pure il sentiero che collega il rifugio Rosalba alla cresta Cermenati e di nuovo lo dedica alla moglie. Inutile dire che il punto culminante del sentiero cecilia è il colle Valsecchi."
   

Ingrandisci

Ingrandisci

Massimo e Matteo

Marisa e Samu sulle scalette

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Il gruppo in fila indiana

In primo piano Samu ed Emy salendo al Colle Valsecchi

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Ultimo tratto attrezzato prima del Colle Valsecchi

Teresa e Rinaldo

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Di sera il tempo Ŕ migliorato leggermente,
giusto per fare una bella foto al tramonto

Giunti a destinazione... al sospirato rifugio Rosalba

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Partita a carte per prendere sonno

Il torrione del Cinquantenario e la pianura illuminata

   
Il contenuto di questo sito (testo, elementi grafici, immagini, ecc.) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati è di esclusiva proprietà del gruppo SassBalòss ed è protetto dalle leggi italiane ed internazionali in particolare da quelle in materie di copyright. E' consentita la consultazione. Sarà concessa la duplicazione, anche parziale, solo dopo esplicita richiesta; in tal caso dovrà essere espressamente indicata, sulle copie realizzate, la provenienza della fonte ossia il sito internet www.sassbaloss.com. Ogni utilizzazione diversa da quelle sopra previste quindi (indicativamente: la distribuzione a terzi e/o la pubblicazione a scopo di lucro, la modificazione, l'elaborazione in qualunque forma e modo) deve considerarsi abusiva e sarà perseguita a norma delle vigenti leggi.