Piccolo Dain/Parete del Limar˛ - Via Dei 12 Alberi

 
Zona montuosa Prealpi Trentine - Valle del Sarca LocalitÓ di partenza Fraz. Sarche - Calavino (TN)
Quota partenza 250 Mt. Quota di arrivo 430 Mt.
Dislivello totale +0 Mt. per l'attacco
+180 Mt. la via (200 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati Non numerati
Ore di salita 5' per l'attacco
3 h. la via
Ore di discesa 35'
Esposizione Sud-ovest Giudizio sull'ascensione Bella
Data di uscita 03/06/2011 Difficoltà VII-/VI, A0
Sass Balòss presenti
Luca.
Amici presenti
Claudia.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Purtroppo, causa meteo molto variabile, decidiamo di restare ad Arco per il ponte del 2 giugno. Mattina con tempo nuvoloso, nel pomeriggio qualche pioggia sparsa. Il sentiero per l'avvicinamento è brevissimo (meno di 5') e completamente in piano; quello di discesa, segnalato con bolli rossi all'inizio, è ben tracciato e facilmente identificabile. Roccia da buona a ottima.

Eventuali pericoli

Soliti d'arrampicata in ambiente.

Presenza di acqua
No.
Punti di appoggio
Nessuno.
Materiale necessario oltre al tradizionale
Solito da arrampicata su roccia. Indispensabili dei friends medio-piccoli (da 0.3 a 3 Camalot) ed alcuni cordini.
Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Questo itinerario Ŕ stato aperto da Heinz Grill, Florian Kluckner, Franz Hei▀ e Uli Gooten nel 2006 sul lato destro della Parete del Limar˛.
Per via della chiodatura tradizionale, unita alle difficoltÓ un po' pi¨ elevate rispetto agli itinerari adiacenti quali
Amazzonia, Moonbears e Orizzonti Dolomitici, risulta pi¨ selettivo e molto meno frequentato di questi. Lo stesso vale anche per le altre due creazioni di Grill e compagni che si trovano più a sinistra (Il sole di David e Michelangelo e La scuola pitagorica di Hans Dϋlfer).
In via si trovano 9 fix, 6 dei quali sono di sosta; quindi lungo i tiri solo 3 fix di passaggio pi¨ chiodi e clessidre con cordone.
Attacco, descrizione della via
Da Arco di Trento risalire tutta la Valle del Sarca fino ad arrivare a Sarche. Qui la strada si divide. Prendere a sinistra in direzione di Madonna di Campiglio. Dopo pochi metri svoltare a destra (indicazioni bocciodromo e ferrata Rino Pisetta) e poi subito a sinistra in una piccola strada parallela alla principale. Proseguire un centinaio di metri fino ad una comoda zona dove poter posteggiare.
A piedi (andando in direzione di Madonna di Campiglio) raggiungere nuovamente la statale ed imboccare subito la strada sterrata sulla destra (chiusa poco oltre da una sbarra) in direzione della centrale dell'Enel. Circa 50 Mt. prima di raggiungere il cancello (dove attaccano le vie
Amazzonia, Moonbears, Orizzonti Dolomitici e Il sole di David e Michelangelo) si nota una scritta in bianco "12 alberi" proprio in corrispondenza dell'attacco.

1° tiro:
salire il muretto iniziale, poi superare direttamente lo strapiombino, indi obliquare leggermente verso destra fino alla cengetta dove si sosta (1 fix con anello).
30 Mt., V, VII- oppure A0, V, 2 chiodi (1 dei quali con cordino), 1 clessidra con cordino, 2 fix (1 dei quali con anello).

2° tiro:
per placca in obliquo verso destra fin sotto lo strapiombino. Superarlo direttamente, poi verso destra sino alla sosta (3 clessidre con cordini). 30 Mt., V, VI+ oppure A0, IV, 1 chiodo con cordino, 2 clessidre con cordone, 1 fix con anello.

3° tiro:
alzarsi circa 3 metri su placca con alcuni buchi, poi si traversa a sinistra fino alla fessura che si risale faticosamente sino alla sosta (1 fix con anello). 25 Mt., V, VI+ oppure A0 (su friend), 2 chiodi, 2 clessidre con con cordone.

4° tiro:
si segue la fessura/diedro sino al suo termine presso una cengia alberata dove si sosta (1 fix con anello+clessidra con cordino).
50 Mt., V+, 7 chiodi (2 dei quali vicini), 1 clessidra con cordone.

5° tiro:
traversare a sinistra e risalire la placca. Poi spostarsi a destra prendendo la fessura, che sale obliqua verso sinistra, fino alla sosta (1 fix con anello). 35 Mt., V, VI-, 2 chiodi, 1 masso incastrato con cordone.

6° tiro:
per fessura sopra la sosta, poi si traversa a destra pochi metri e per rocce semplici si raggiunge l'ultima sosta (2 fix uniti da cordone).
30 Mt., V, IV, III, 1 chiodo.
Discesa
Proseguire in salita seguendo la traccia verso sinistra fino a raggiungere le reti paramassi dove escono le altre vie della Parete del Limarò (
Amazzonia, Moonbears, Orizzonti Dolomitici e Via il razzismo dal mondo). Continuare sempre in salita (bolli rossi), fino ad incrociare il sentiero che scende dalla cima del Piccolo Dain. Qui prendere a destra ed iniziare a scendere (indicazioni per la ferrata). Superare alcuni tratti attrezzati con corde fisse sino ad un bivio (scritte su di un masso). Qui scendere verso destra (ripido) sino a raggiungere l'abitato di Sarche. Giunti in prossimità delle abitazioni prendere una traccia verso destra (a sinistra si entra in un terreno privato e, oltre, la strada è sbarrata con un cancello). Si arriva nel parcheggio del bocciodromo poco distante dal punto dove si ha parcheggiato la macchina.

Note

Come tutte le altre vie della valle Ŕ consigliata la salita nelle mezze stagioni o nelle belle giornate invernali. Da evitare il periodo estivo.

 

Ingrandisci

Ingrandisci

Luca sulla prima lunghezza

Appena oltre lo strapiombino del secondo tiro

   

Ingrandisci

Ingrandisci

L'inizio in traverso della terza lunghezza

Claudia sulla fessura che porta alla terza sosta

   

La lunga fessura/diedro del quarto tiro

Quinta lunghezza

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Fessura finale sulla sesta lunghezza

La Parete del Limarò con i tracciati delle vie:
Via il razzismo dal mondo, Amazzonia, Orizzonti Dolomitici,
Moonbears
, Il sole di David e Michelangelo,
La scuola pitagorica di Hans D
ϋlfer
e 12 alberi