Pietra di Bismantova/Settore Sud - Via Zuffa/Lenzi

Zona montuosa Appennino Tosco-Emiliano - Gruppo Alpe di Succiso LocalitÓ di partenza Castelnovo Ne' Monti (RE)
Quota partenza 881 Mt. Quota di arrivo 1047 Mt.
Dislivello totale +66 Mt. circa per l'attacco
+100 Mt. la via (110 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati n. 697, 697bis
Ore di salita 10' per l'attacco
3 h. la via
Ore di discesa 20'
Esposizione Sud Giudizio sull'ascensione Molto bella
Data di uscita 10/12/2016 Difficoltà 5c, 6a
Sass Balòss presenti
Bertoldo.
Amici presenti
Alessandro, Diego.
Condizioni climatiche, dei sentieri e della roccia

Giornata soleggiata che ci ha permesso di arrampicare a mezze maniche. Il sentiero che conduce all'attacco è evidente, in ottimo stato e segnalato. La roccia in via è generalmente ottima ma occorre prestare attenzione ad un breve tratto che precede la S3 dove c'è qualche sasso appoggiato.

Eventuali pericoli
Soliti da arrampicata in ambiente. Attenzione a non far cadere sassi sul sottostante sentiero.
Presenza di acqua
Sul lato sinistro dell'Eremo c'è un rubinetto e poche decine di metri più a sinistra, all'inizio del sentiero n. 697, c'è una fontanella (al nostro passaggio però quasi senza acqua).
Punti di appoggio
Foresteria San Benedetto (poco prima di giungere al piazzale Dante), rifugio Della Pietra (lungo la strada che sale all'Eremo).
Materiale necessario oltre al tradizionale

Solito materiale d'arrampicata. Portare 15 rinvii e qualche friend medio.

Caratteristiche dell'arrampicata

Descrizione generale
Itinerario aperto da Giancarlo Zuffa e Nino Lenzi il 17 maggio 1969 e recentemente riattrezzato in ottica sportiva su consiglio dell'apritore. La via offre un'arrampicata logica lungo fessure e diedri. Zuffa attaccò la parete salendo in artificiale la placca a sinistra del diedro d'attacco; questo tratto oggi costituisce la prima lunghezza della via "La danza dei grandi rettili". L'attacco seguito oggi è una variante aperta da Nunzio Ruggiero poco dopo l'apertura della via.
Attacco, descrizione della via
Da Castelnovo Ne' Monti seguire le indicazioni per la Pietra di Bismantova e parcheggiare nel piazzale Dante (fine della strada).
Salire la scalinata e poi la strada asfaltata che conduce all'Eremo dal quale si prende a sinistra il sentiero n. 697. Abbandonarlo poco dopo che questo ha piegato a destra, in corrispondenza di una traccia che sale in direzione di una grotta (attacco della via Zuffa/Stagni). Proseguire lungo la base della parete sino a raggiungere un pulpito con albero, dove si trova l'attacco.

1° tiro:
salire in direzione del diedro e, poco prima di raggiungerlo, sfruttare la lama alla sua sinistra. Proseguire in verticale lungo il diedro e traversare successivamente a destra. Una placchetta precede la sosta (3 fix). 35 m, 5c, 13 fix.

2° tiro:
alzarsi seguendo la direttiva della fessura obliqua per poi traversare a sinistra in direzione del diedro fessurato che si segue sino alla sosta (2 fix+1 chiodo a pressione). 35 m, 5b, 6a, 12 fix.

3° tiro:
proseguire lungo il diedro fessurato sino al suo termine. Qui uscire a destra facendo attenzione ai sassi appoggiati e raggiungere la sosta (2 fix+1 chiodo a pressione). 20 m, 5c, 6a, 5b, 7 fix.

4° tiro:
alzarsi sopra la sosta (prestare attenzione al pilastro sovrastante) e traversare verso destra uscendo sulla grande terrazza. Attraversarla e imboccare il canale che conduce alla sommità, dove si sosta (2 fittoni). 30 m, 5b, 3a, II, 3 fix.

Discesa
Dalla sommità è possibile scendere seguendo il comodo sentiero (n. 697bis e 697) che dapprima passa sul versante sud-ovest della Pietra e poi riconduce nei pressi dell'attacco.

Note
La Pietra di Bismantova è un luogo di proprietà privata e buona parte è di proprietà dell'Eremo. Anche se nessuno ha mai vietato l'accesso alla parete è indispensabile tenere un comportamento di rispetto anche in considerazione del fatto che si è vicini ad un luogo religioso.
Si sconsiglia la ripetizione dopo recenti piogge.
Commenti vari
Data la bassa quota e l'esposizione è preferibile evitare di arrampicare su questa struttura nei mesi più caldi.
   

Ingrandisci

Ingrandisci

Diego sul primo tiro

Arrampicata elegante lungo la fessura di L2

   

Ingrandisci

Ingrandisci

Poco prima di raggiungere la S3

Il Settore Sud con i tracciati delle vie:
Zuffa/Lenzi, Zuffa/Ruggiero e Donato Zeni